Vaccini, Aifa plaude a indagine Antitrust: presto un tavolo di lavoro comune

Pani e Melazzini sulle indicazioni fornite ieri dall’Autorità garante della concorrenza e del mercato (Agcm): “Stimoli importanti per il settore, in particolare dal punto di vista della trasparenza”. In calendario un incontro per l’istituzione di un tavolo permanente

morbillo

“Contengono stimoli importanti per il settore, soprattutto per quanto riguarda la correttezza informativa”. Così l’Agenzia italiana del farmaco (Aifa) “accoglie con favore” i risultati dell’indagine conoscitiva sui vaccini presentati ieri dall’Autorità garante della concorrenza e del mercato (Agcm).

“La trasparenza – commenta il presidente dell’agenzia, Mario Melazzini – è uno dei valori cardine dell’agenzia e siamo certi che l’operato dell’Agcm potrà contribuire a dare maggiore impulso a un settore cruciale per la salute pubblica, con la creazione di maggiore concorrenza a tutto vantaggio dei pazienti”.

Secondo Luca Pani, direttore generale dell’Aifa, nell’indagine dell’Antitrust si ritrovano “diversi elementi” che l’agenzia regolatoria “aveva da tempo segnalato” come “la necessità di superare la distinzione terminologica fuorviante tra vaccini obbligatori e raccomandati”.

A breve – spiegano infine Pani e Melazzini – si terrà “una riunione per l’istituzione di un tavolo di lavoro permanente con Agcm per consentire uno scambio di informazioni rapido ed efficace negli ambiti operativi comuni, con l’obiettivo di raggiungere risultati sempre più importanti”. Sulla scia di una collaborazione giù consolidata nel corso degli anni “in diverse aree operative come le attività di contrasto alla contraffazione o quelle di negoziazione del prezzo dei farmaci”.

L’indagine dell’Antitrust