Ricerca indipendente, da Roche 800 mila euro per progetti innovativi nella medicina di precisione

La farmaceutica svizzera ha presentato la prima edizione del bando "Roche per la Ricerca" che finanzierà 8 progetti in oncoematologia, malattie polmonari, reumatologia e neuroscienze promossi da enti senza scopo di lucro. La scadenza per presentare le domande è il 30 settembre

oncologia

Un bando per dare nuovo impulso alla ricerca indipendente nazionale e promuovere lo sviluppo di  approcci farmacologici personalizzati. E’ la nuova iniziativa promossa dalla farmaceutica svizzera Roche, annunciata ieri a Roma nel corso dell’incontro “Come sarebbe il mondo senza ricerca? Il Coraggio di innovare”. In totale verranno finanziati dal progetto otto progetti di ricerca – promossi esclusivamente da enti pubblici o privati italiani senza scopo di lucro  e da Irccs – per un importo di 100 mila euro ciascuno. I progetti, che potranno essere presentati a partire da oggi fino al 30 settembre sul portale www.rocheperlaricerca.it, dovranno rientrare in quattro specifiche aree di interesse: oncoematologia, malattie polmonari, reumatologia e neuroscienze.
Ciascun ente partecipante al bando manterrà l’esclusiva titolarità di ogni invenzione o diritto generato nell’ambito del progetto di ricerca – precisa la nota rilasciata dall’azienda- senza alcuna partecipazione, diritto o facoltà in capo a Roche; inoltre, per assicurare l’assenza di conflitti d’interesse nel supporto e nella selezione delle iniziative saranno esclusi i progetti di ricerca clinica sui medicinali Roche.

A valutare i singoli progetti sarà un comitato indipendente composto da: Nicola Normanno in rappresentanza dell’Associazione italiana di Oncologia Medica (Aiom), Massimo Massaia per la Società Italiana di Ematologia Sperimentale (Sies), Carlo Riccardi per la Società Italiana di Farmacologia (Sif), Diego Centonze per la Società Italiana di Neurologia (Sin), Luca Richeldi per la Società Italiana di Pneumologia (Sip), Ignazio Olivieri per la Società Italiana di Reumatologia (Sir) e Antonio Gaudioso per Cittadinanzattiva. Presiede il comitato Walter Ricciardi dell’Istituto Superiore di Sanità (Iss). “In Italia stiamo assistendo ad una vera e propria primavera della ricerca – ha dichiarato il presidente dell’Iss, commentando ieri l’iniziativa – dove il contributo di ogni attore del Sistema Salute è indispensabile”. Industria compresa. “Solo perseguendo un concetto “dirompente” di innovazione – spiega il presidente e Ad di Roche, Maurizio de Cicco – si può determinare cosa significherà domani salute. Per questa ragione abbiamo deciso di finanziare con un contributo importante la ricerca indipendente nel nostro Paese ed essere a fianco del coraggio dei tanti ricercatori italiani che si impegnano con passione, tenacia e creatività nella ricerca di nuove soluzioni per la salute”.

IL BANDO