Accordo definitivo tra Sanofi e Boehringer per lo scambio di due asset strategici

Avviata nel dicembre 2015 la transazione prevede lo scambio dell'animal health “Merial” di Sanofi (valore 11,4 mld di euro) a Boehringer Ingelheim (BI) e dell’attività di Consumer Healthcare (Chc) di BI (6,7 mld) alla francese. L'operazione include un pagamento cash di 4,7 mld di euro a Sanofi

Accordo firmato tra la francese Sanofi e la tedesca Boehringer Ingelheim per lo scambio di asset strategici tra le due farmaceutiche. La trattativa, annunciata a dicembre del 2015, è stata siglata e si chiuderà definitivamente , secondo le previsioni, entro la fine dell’anno. Sul piatto della scambio Merial, il business sulla salute animale, di Sanofi che passerà a Boehringer Ingelheim (BI) e l’attività di Consumer Healthcare (Chc) di BI che sarà trasferita a Sanofi (del valore di 6,7 miliardi di euro). L’operazione include un pagamento cash di 4,7 miliardi di euro a Sanofi che rispecchia la differenza di valore tra i due business. Grazie all’operazione Boehringer Ingelheim stima un raddoppio delle vendite della divisione Animal health a 3,8 miliardi di euro in base alle vendite globali del 2015. Dal canto suo Sanofi integrerà l’attività di Consumer Healthcare (Chc) di BI in tutti i paesi, ad eccezione della Cina, rafforzando la propria posizione in aree terapeutiche specifiche quali dolore, allergie, tosse e raffreddore, salute della donne, digestivi, vitamine, sali minerali e integratori .”Firmando questo accordo, stiamo raggiungendo uno degli obiettivi strategici della nostra roadmap 2020 – ha dichiarato Olivier Brandicourt, M.D., chief executive officer di Sanofi – ovvero diventare l’azienda leader dell’area consumer health e un’azienda diversificata di primo piano nel settore salute”. Secondo Andreas Barner, chairman of the Board of Boehringer Ingelheim, la transazione rappresenta uno dei passi più significativi della storia aziendale di BI.