Post-Brexit: Gsk investe 275 milioni in tre impianti in Uk

L'annuncio è stato dato oggi dalla farmaceutica britannica. Per l'Ad Witty "è la testimonianza della qualificata forza lavoro inglese e della posizione di leadership che il paese riveste nel settore delle scienze della vita"

Un investimento complessivo di 275 milioni di sterline su tre siti produttivi nel Regno Unito. L’annuncio è stato dato oggi dalla farmaceutica britannica GlaxoSmithKline (Gsk) che ha scelto di scommettere sugli impianti di Barnard Castle nella contea di Durham nel Nord-Est dell’Inghilterra, di Montrose in Scozia e di Ware nell’Hertfordshire, in Inghilterra orientale. Una decisione che dà nuova spinta all’industria life science inglese, dopo il voto favorevole all’uscita del Regno Unito dall’Unione europea nel referendum dello scorso giugno.
L’impianto di Barnard Castle, che impiega oggi 1.100 dipendenti, sarà finanziato con 92 milioni per la costruzione di un complesso sterile che supporterà la produzione attuale e dei nuovi biofarmaci in pipeline. Investimento di centodieci milioni per il sito scozzese di Montrose che serviranno per la creazione di una nuova facility per la produzione di principi attivi nell’area respiratoria. Infine i restanti 74 milioni saranno destinati all’impianto di Hertfordshire per supportare la capacità produttiva del sito e la diffusione dell‘inalatore Ellipta. Commentando l’annuncio l’Ad Andrew Witty ha dichiarato: “Il fatto che abbiamo scelto di investire qui sulla produzione avanzata è la testimonianza della qualificata forza lavoro inglese e della posizione di leadership che il paese riveste nel settore delle scienze della vita”.