Governo Gentiloni, Assobiomedica: “Investire in tecnologia per sanità all’avanguardia”

Il presidente dell’associazione che riunisce le aziende produttrici di dispositivi medici, Luigi Boggio, auspica politiche “orientate all’appropriatezza e alla sostenibilità”. Sulla riconferma del ministro Lorenzin arriva anche il plauso degli ospedali privati (Aiop)

“Proseguire nel percorso di riforme e per cogliere le opportunità che la filiera della salute può offrire nel rendere il Servizio sanitario italiano innovativo e creare sviluppo economico per il Paese”. È quanto si aspetta dal nuovo Governo Luigi Boggio, presidente di Assobiomedica, l’associazione di Confindustria che rappresenta le imprese di dispositivi medici in Italia. In una nota diffusa oggi, Boggio rivolge anche un “augurio particolare” al ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, sperando che “metta in atto politiche orientate all’appropriatezza e alla sostenibilità del sistema salute”. Quanto al ruolo dell’industria, il presidente di Assobiomedica ricorda “il contributo importante che essa può dare per avviare processi virtuosi che rilancino il nostro Servizio sanitario nazionale”.  Da qui l’invito a “investire sulla ricerca e sulle tecnologie per la salute” per creare nuovi posti di lavoro, ma anche “strutture sanitarie all’avanguardia e centri di eccellenza sul territorio, che migliorerebbero la qualità delle cure offerte ai cittadini”.

Dopo la serie di messaggi che ha accompagnato la riconferma di Beatrice Lorenzin alla guida del ministero della Salute, oggi è anche il turno dell’Associazione italiana ospedalità privata (Aiop): “ Vivissime felicitazioni all’on. Lorenzin per la meritata conferma al vertice della sanità italiana, a cui uniamo i più sinceri auguri per la prosecuzione degli importanti impegni e per il rinnovamento e il rilancio dell’intero Ssn, nel quale gli operatori di diritto privato si riconoscono e intendono collaborare per una sempre maggiore efficacia ed efficienza, anche tramite la realizzazione di un sistema pluralistico che confermi in pieno la libertà di scelta del cittadino”, afferma il presidente nazionale Gabriele Pelissero.