Galenici dimagranti, Tar boccia il divieto per le preparazioni a base di efedrina

Una sentenza del tribunale amministrativo del Lazio accoglie il ricorso della Galenic Scientific Association contro il decreto emanato dal ministero della Salute a dicembre 2015

Foto Stock - Farmacia

Illegittimo il divieto di prescrivere ed eseguire preparazioni magistrali dimagranti a base di efedrina, sostanza contenuta nell’Ephedra – arbusto originario dell’Asia centrale – usata per stimolare il metabolismo a bruciare più calorie. A dirlo è il Tribunale amministrativo regionale (Tar) del Lazio in una sentenza pubblicata ieri. I giudici hanno accolto il ricorso presentato dalla Galenic Scientific Association contro il decreto del ministero della Salute del dicembre 2015, con il quale si vietava ai medici di prescrivere, e ai farmacisti di eseguire, preparazioni magistrali contenenti la sostanza.

Il ricorso è stato accolto dal Tar per il “difetto di istruttoria e di motivazione” ravvisate nel provvedimento ministeriale. L’efedrina – sottolinea il tribunale – è presente “sul mercato e in farmacopea da molti anni senza che ne sia stata operata alcuna rivalutazione in punto di sicurezza”.

La sentenza arriva a pochi giorni da un nuovo decreto, pubblicato in Gazzetta ufficiale il 2 gennaio 2017, con cui sono state vietate oltre quaranta sostanze per preparazioni galeniche a scopo dimagrante, e tra queste anche finocchio e tè verde. Decisione che ha spinto la Federazione degli ordini dei farmacisti (Fofi) e Federfama a chiedere chiarimenti al ministero.