Se il coaching approda nel mondo healthcare

Acquisire le competenze e la metodologia base del coaching significa imparare a produrre processi di cambiamento virtuosi a livello personale e di sistema a livello di mentalità, valori, visioni e strategia. Se ne parlerà a Milano durante un workshop sul tema organizzato da HPS-AboutPharma

Partire dal sé per contaminare positivamente il proprio contesto di riferimento. È il “viaggio nell’apprendimento” intrapreso attraverso l’avvicinamento al “coaching”, uno strumento relazionale che può offrire molti benefici nei rapporti professionali, anche nel mondo healthcare. A partire da quelli tra capo e collaboratore o team nelle aziende farmaceutiche ma anche negli ospedali, passando per market access e direzione medica e istituzioni, medico e paziente, Isf e medico, e infine soggetti sanitari e associazioni di pazienti.
Di coaching si parlerà durante il workshop Coaching skills a supporto della relazione nell’industria healthcare” organizzato da HPS-AboutPharma il 28 marzo a Milano. Un’occasione per guardare al mondo del coaching attraverso una prospettiva innovativa offerta dalle neuroscienze. I principi organizzativi del cervello faranno da guida al Problem Solving e alla scoperta delle strategie migliori per creare relazioni efficaci con colleghi, collaboratori e stakeholder.

Le competenze di coaching quali l’ascolto, le powerful question e il linguaggio sono la cornice alla costruzione concettuale di uno stile di leadership generativo di risultati per i collaboratori e per l’azienda. Scopo del corso sarà acquisire nuovi paradigmi di pensiero, ma anche valide strategie di azione per cambiare il proprio comportamento in sintonia con i propri obiettivi personali e professionali. Verrà chiarito cosa si intende per coaching e quali sono le sue applicazioni, in un momento in cui se ne parla molto e, spesso, a sproposito.
Tra i benefici della metodologia al primo posto figurano quelli personali, al secondo l’aumento della produttività aziendale e al terzo – non per ordine di importanza ma per i tempi più lunghi in cui si manifestano – i benefici di un vero e proprio cambiamento culturale che non è altro che il prodotto dei primi due. Per le aziende, la scelta di introdurre il coaching sia come supporto professionale ai manager sia come formazione all’acquisizione delle competenze ad esso connesse, contribuisce notevolmente alla costruzione di una cultura di leadership basata sul coinvolgimento, la responsabilizzazione e la crescita di pro positività e autonomia delle risorse.