Medtech, il venture capital italiano Innogest nel maggior finanziamento di sempre in Spagna

La società di vc guidata da Claudio Giuliano ha coinvestito nel round di 34,4 milioni chiuso dalla madrilena Medlumics, che ha sviluppato un transcatetere innovativo per la fibrillazione atriale. Claudio Rumazza, partner del fondo, entra nel consiglio di amministrazione della startup

C’è un pezzo di Italia nel maggior investimento di venture capital fatto in Spagna nel settore medtech. Medlumics, startup madrilena fondata nel 2009 che sviluppa dispositivi cardiaci, ha chiuso un round di finanziamento di 34,4 milioni di euro, e tra i coinvestitori c’è il fondo italiano di venture capital Innogest, guidato da Claudio Giuliano. Le risorse raccolte serviranno per lo sviluppo e la sperimentazione clinica di AblaView, un transcatetere per il trattamento della fibrillazione atriale attraverso l’ablazione delle vene polmonari con una tecnologia che permette il lesion assessment in real time.

Il finanziamento è uno dei maggiori in Europa durante il 2017 e, come detto, il più grande mai chiuso in Spagna. A guidare il round “series B” (così si definisce il terzo round di investimento in una nuova impresa: è successivo al “seed” e al “series A” e in ognuno l’importo investito cresce), è la EdRIP, Edmond de Rothschild Investment Partners, a cui si aggiungono nuovi investitori, come Seroba Life Sciences e appunto Innogest Capital, e gli investor che già detenevano quote nella società, ovvero Ysios Capital Partners e Caixa Capital Risc.

Con quest’operazione, Claudio Rumazza di Innogest, Olivier Litzka di EdRIP e James Green di Seroba entrano nel consiglio di amministrazione della società.