AboutPharma and Medical Devices

Bagarre legale sui brevetti di secondo uso medico

Il costo elevato della R&D in ambito farmaceutico spinge le aziende produttrici a individuare nuovi usi terapeutici di farmaci già noti. L’obiettivo è ottenere in Europa i cosiddetti brevetti di secondo uso medico che consentono a chi è titolare del primo brevetto di estenderne la validità oltre il termine dello stesso. Per varie ragioni è questo un tema che regolarmente scatena controversie legali, il cui diverso esito in Europa evidenzia la necessità di un migliore quadro normativo di riferimento. Un caso che ha fatto molto discutere è quello del pregabalin, impiegato per il trattamento del dolore, in particolare per il trattamento del dolore neuropatico. In Europa il brevetto è detenuto da Warner-Lambert mentre il farmaco è commercializzato da Pfizer anche per l’epilessia e il disturbo d’ansia generalizzato. Le due aziende hanno presentato in diverse Corti europee una richiesta di provvedimenti cautelari per presunta violazione del brevetto di secondo uso medico contro un gruppo di imprese che producono e commercializzano il generico.

Continua a leggere sul numero di febbraio 2017 di AboutPharma and Medical Devices