AboutPharma and Medical Devices

Una governance su misura per l’ecosistema del biotech

l_272_biotech.jpg

Le imprese del biotech italiano hanno da sempre difficoltà nel reperire i fondi. Mancano venture capital e private equity specializzati e tentenna lo sviluppo di partnership. A evidenziare i punti di forza e i punti deboli del sistema, una monografia presentata da Assobiotec/Federchimica, Enea e Apsti, il network italiano dei parchi scientifici e tecnologici. L’obiettivo è aiutare le aziende a superare la “Valley of Death”, il punto di stallo oltre il quale le nuove iniziative rischiano di arenarsi, tendendo col tempo a sparire del tutto. Lo studio si è concentrato sulle imprese a controllo italiano che sono il 65% di quelle attive nel settore. Oltre l’85% di queste realtà ha meno di venti addetti, il 60% è stato costituito a partire dal 2005 e più del 26% ha meno di cinque anni. Il principale canale di finanziamento è il capitale autofinanziato, poi i contributi in conto capitale. Marginali i finanziamenti derivati da capitale di rischio.

 

Continua a leggere sul numero di dicembre 2016/gennaio 2017 di AboutPharma and Medical Devices