AboutPharma and Medical Devices

I nuovi Lea. Pro e contro di un cambiamento atteso 15 anni

Aprono le porte all’innovazione tecnologica, dalle video capsule ingeribili per esplorare l’intestino alle protesi hi-tech. Estendono la copertura pubblica a molte prestazioni che fino ad oggi i cittadini hanno dovuto pagare di tasca propria. Riscrivono, dopo 15 anni, le priorità del Servizio sanitario nazionale (Ssn). Con il 2017 debuttano finalmente i nuovi Livelli essenziali di assistenza (Lea). Per comprendere meglio la portata di questa novità, serve un’analisi su pro e contro, vantaggi e lacune. Ascoltando le voci degli esperti, dei cittadini e dell’industria. Chiedendoci, come ha fatto il Servizio Bilancio del Senato, se gli 800 milioni stanziati basteranno e se davvero i nuovi Lea sono una risposta adeguata alle crescenti difficoltà di accesso alle cure, documentate nel dettaglio dall’Ultimo Rapporto Pit Salute di Cittadinanzattiva. Con uno sguardo, infine, alle dinamiche della spesa farmaceutica, leva fondamentale per la sostenibilità del sistema, riflettendo sugli spunti forniti dagli economisti del Crea di Tor Vergata.

Continua a leggere sul numero di febbraio 2017 di AboutPharma and Medical Devices