AboutPharma and Medical Devices

Un linguaggio comune per valorizzare l’innovazione tecnologica: parla Walter Ricciardi

Aifa e industria del farmaco non parlano la stessa lingua. L’approccio burocratico non va d’accordo con il liberismo e finché non si trova un comune terreno di confronto non sarà possibile trovare la quadra per remunerare in modo idoneo l’innovazione tecnologica. La lingua comune potrebbe essere quella dell’Health technology assessment (Hta), rispetto al quale in Italia le competenze sono troppo disperse. Soprattutto, la conoscenza dei suoi strumenti e meccanismi non è diffusa né la sua importanza ben percepita. Di questi temi parla in una lunga intervista il presidente dell’Istituto Superiore di Sanità Walter Ricciardi, che riflette sia sulla governance del farmaco che sul progressivo indebolimento del welfare nel mondo occidentale. A proposito di Hta. Da un’indagine condotta congiuntamente da Agenas e Sihta tra il 2015 e il 2016 emergono dati desolanti sulla diffusione della disciplina, all’interno delle Regioni, e più ancora sulla capacità di pesare sui processi decisionali.

Continua a leggere sul numero di febbraio 2017 di AboutPharma and Medical Devices