Come cambiano le regole per la vendita a distanza di animali

vendita animali online
Pubblicato il: 22 Settembre 2022|

Da 27 settembre cambiano le regole per la vendita a distanza di animali. Grazie alle novità introdotte dai decreti di adeguamento al Regolamento 2016/429 sarà obbligatorio, per esempio, inserire nell’annuncio di vendita, online o su carta, l’identificativo dell’animale o della fattrice. Inoltre, per citare altre novità, la vendita dovrà essere accompagnata da una certificazione medico veterinaria che attesti le condizioni sanitarie dell’animale. Per chi trasgredisce, previste sanzioni fino a 5 mila euro.

Cosa dice il decreto

È all’interno dell’articolo 11 del decreto 135/2022 che si prescrivono gli obblighi di ordine informativo e sanitario in capo a chiunque metta in vendita, o ceda, animali al pubblico.  In concreto, si legge nel decreto, con particolare riferimento al commercio elettronico, chiunque pubblichi, anche per il mezzo della carta stampata annunci di animali in vendita o cessione, deve inserire l’identificativo dell’animale o della fattrice in caso di cuccioli non ancora sottoposti agli obblighi di legge, nell’annuncio stesso o comunque lo deve rendere sempre disponibile.

Rispettare le norme sull’e-commerce

Come riporta il sito specializzato Anmvi Oggi, gli annunci per la vendita online dovranno rispettare anche le norme sul commercio elettronico, le quali prevedono alcune informazioni generali obbligatorie, da mettere a disposizione del pubblico (nominativo, sede, contatti) aggiornandole costantemente.

Quali gli animali coinvolti

Gli animali oggetto della vendita, riporta il decreto, riguardano la specie selvatica, esotica e da compagnia: cani, gatti, furetti e nuovi animali da compagnia (pet) non convenzionali (a questo proposito si veda l’allegato 1 del regolamento europeo 2016/429).

Tag: anmvi oggi / Ministero della Salute /

CONDIVIDI

AP-DATE
SCELTE DALLA REDAZIONE
RUBRICHE
FORMAZIONE