Consiglio Ue approva l’utilizzo del vaccino contro l’influenza aviaria ad alta patogenicità

vaccino influenza aviaria ad alta patogenicità
Pubblicato il: 24 Maggio 2022|

Il Consiglio europeo punta sulla vaccinazione come strumento complementare per la prevenzione e il controllo dell’influenza aviaria ad alta patogenicità (highly pathogenic avian influenza, Hpai). Di fronte ai recenti focolai di Hpai nel settore del pollame, infatti, i ministri dell’agricoltura hanno approvato un protocollo per la vaccinazione dei volatili e di conseguenza la prevenzione e il controllo dell’epizoozia per affiancare alle attuali norme di biosicurezza.

L’epizoozia più grave della storia recente in Europa

Le misure contenute nelle conclusioni sono rivolte in particolare al settore avicolo nel contesto dell’epizoozia più grave della storia recente in Europa. Nelle loro discussioni, i ministri hanno sottolineato la natura transfrontaliera della malattia animale e la sua capacità di diffondersi molto rapidamente, indipendentemente dai confini nazionali, causando gravi conseguenze socioeconomiche che ostacolano l’agricoltura e perturbano il commercio. Hanno anche ricordato il rischio che l’Hpai potrebbe rappresentare per la salute umana.

Le richieste dei ministri dell’agricoltura

I ministri hanno sottolineato l’importanza fondamentale dell’applicazione di una rigorosa biosicurezza e di altre misure di prevenzione e controllo dell’Hpai esistenti e hanno convenuto che la vaccinazione potrebbe integrare utilmente queste misure e contribuire a ridurre il rischio di diffusione tra il pollame domestico. Hanno anche chiesto ulteriori conoscenze scientifiche, comprese valutazioni del rischio aggiornate, e hanno chiesto agli Stati membri e alla Commissione di intensificare gli sforzi per sviluppare strategie di vaccinazione mirate alle aree a rischio, alle specie e alle pratiche agricole. Gli Stati membri sono stati inoltre incoraggiati a condurre prove di vaccinazione e a condividere i loro risultati attraverso la collaborazione scientifica

Sforzi congiunti

Non solo, i ministri hanno ribadito l’importanza di monitorare l’evoluzione dei ceppi virali circolanti. Hanno inoltre invitato la Commissione a esplorare le possibilità di un acquisto in comune o di un meccanismo di banca dei vaccini per garantire una fornitura solida e reattiva di vaccini. Infine, hanno chiesto sforzi congiunti per migliorare l’accettabilità della vaccinazione Hpai nel commercio internazionale e hanno invitato la Commissione e gli Stati membri a sviluppare una tabella di marcia operativa per sostenere questi dialoghi e discussioni.

Nelle conclusioni anche l’invito alla Commissione a rassicurare i partner in ambito Wto sul fatto che il nuovo protocollo non viola le norme del commercio internazionale. “Regole per la vaccinazione contro l’influenza aviaria ad alta patogenicità devono essere pubblicate nel secondo semestre di quest’anno”, ha riferito la commissaria Ue alla salute Stella Kyriakides ai ministri.

Tag: Aviaria / Consiglio europeo /

CONDIVIDI

AP-DATE
SCELTE DALLA REDAZIONE
plasma

La via italiana al plasma, sognando l’autosufficienza

Il ddl Concorrenza introduce nuove regole per la produzione dei farmaci e ribadisce il principio della donazione gratuita alla base del nostro sistema trasfusionale. Ma la raccolta va potenziata per limitare la dipendenza dal mercato estero. Dal numero 199 del magazine

RUBRICHE
FORMAZIONE