Ministero della Salute: nel 2021 crescono le notifiche di allerta sulla sicurezza di alimenti e mangimi

Pubblicato il: 3 Agosto 2022|

Crescono i messaggi di allerta sulla sicurezza di prodotti destinati all’alimentazione umana e animale. A dirlo è la Direzione generale per l’igiene e la sicurezza degli alimenti e la nutrizione, presso il ministero della Salute, che si occupa, tra le altre funzioni, del controllo sulla sicurezza alimentare e la tutela dei consumatori e pubblica un rapporto annuale sulle principali problematiche sanitarie.

Il resoconto delle notifiche Rasff

Il resoconto ha messo in evidenza i principali rischi notificati dai Paesi membri nel corso del 2021 e ha sottolineato un incremento dei messaggi del sistema di allerta rapido per alimenti e mangimi in ambito europeo (Rasff) che comunica, in tempo reale, i rischi diretti e indiretti per la salute pubblica connessi ad alimenti, mangimi e materiali a contatto con gli alimenti e consente di adottare tempestivamente le opportune misure di salvaguardia. Le notifiche Rasff sono state 4588, a fronte delle 3783 segnalazioni del 2020.

Le segnalazioni

Tra le comunicazioni pervenute al ministero della Salute, 4084 riguardavano l’alimentazione umana, a fronte di 3490 nel 2020, 234 erano sull’alimentazione animale, a fronte di 172 del 2020, 270 i materiali e gli oggetti destinati a venire a contatto con gli alimenti – Moca (utensili da cucina e da tavola recipienti e contenitori, macchinari per la trasformazione degli alimenti, materiali da imballaggio etc.) contro i 121 nel 2019.

Altri tipi di messaggi

La Direzione generale per l’igiene e la sicurezza degli alimenti e la nutrizione ha sottolineato nel rapporto che ci sono state 1455 notifiche di allerta riguardanti prodotti distribuiti sul mercato, mentre 1456 erano riferite a quelli in importazione respinti ai confini. Ci sono stati, poi, anche 1004 informazioni per attenzione e 673 per follow up.

Tag: direzione generale per l'igiene e la sicurezza degli alimenti e la nutrizione / Ministero della Salute / rasff /

CONDIVIDI

AP-DATE
SCELTE DALLA REDAZIONE
Chirurgia robotica

Più applicazioni e mercato, ma i robot chirurgici sono ancora un lusso

Nonostante cresca il numero degli interventi eseguiti Italia, secondo gli esperti c’è un problema di “robot divide”, legato soprattutto al prezzo e alla manutenzione dei macchinari. La ricerca intanto fa passi da gigante. Mentre in mezzo al dominio dei grandi produttori, spunta un’eccellenza italiana

RUBRICHE
FORMAZIONE