Pet in fuga dall’Ucraina, cure gratuite in 38 Paesi europei

Pubblicato il: 6 Aprile 2022|

Cure gratuite in 38 Paesi per i pet in fuga dall’Ucraina con i loro proprietari. È l’iniziativa lanciata dall’organizzazione animalista Humane society international (Hsi) in collaborazione con le federazioni europee dei veterinari (Fve e Fecava), con il supporto di Mars. Il programma, chiamato “Vets for ukrainian pets” prevede rimborsi a favore dei medici veterinari per coprire i costi di trattamento per un massimo di cinque cani, gatti, cavalli o altri animali da compagnia, fino a 250 euro per animale,  per patologie acute e terapie, vaccinazioni, inoculazione di microchip e la visita necessaria per l’arrivo nel rispetto delle norme in Ue.

Accesso alle cure

“Milioni di ucraini hanno dovuto prendere la decisione di lasciare il proprio Paese e fuggire dalla guerra. Insieme ad alcuni beni, molti stanno anche prendendo i loro animali da compagnia, che amano come membri della famiglia. Il trauma della guerra e lo stress del viaggio possono rendere gli animali vulnerabili a una varietà di malattie. Il programma mira a eliminare le barriere all’accesso alle cure veterinarie per gli animali domestici dei rifugiati”, commenta Ruud Tombrock, direttore esecutivo di Hsi-Europa.

Entro il 21 maggio

L’iniziativa sarà attiva fino al 21 maggio 2022 ed è aperta a tutte le strutture veterinarie. Un codice richiesto per aderire al programma è stato inviato ai presidenti degli Ordini con l’invito a inoltrarlo ai propri iscritti. I rimborsi saranno disponibili ovunque la Federazione europea delle associazioni dei veterinari per gli animali da compagnia (Fecava) abbia membri, compresi Regno Unito, Germania, Italia, Romania e Polonia, nonché la stessa Ucraina.

Tag: Hsi / Humane society international / pet / russia-ucraina /

CONDIVIDI

AP-DATE

L'INFORMAZIONE OGNI GIORNO

SCELTE DALLA REDAZIONE
RUBRICHE
FORMAZIONE