Acquisizioni, Sanofi compra la biotech Synthorx per 2,5 miliardi di dollari

Vaccini Sanofi Janssen
Pubblicato il: 9 Dicembre 2019|

Tempo di acquisizioni in casa Sanofi. Il colosso farmaceutico francese ha annunciato l’acquisizione di Synthorx, società di biotecnologia in fase clinica focalizzata sul prolungamento e sul miglioramento della vita delle persone affette da cancro e disturbi autoimmuni.

Acquisizioni Sanofi, i dettagli dell’accordo

Secondo quanto riporta un comunicato diffuso dalla società, l’accordo prevede che Sanofi acquisisca le quote in circolazione di Synthorx per 68 dollari per azione in contanti, corrispondente a un valore azionario aggregato di circa 2,5 miliardi di dollari.

“Questa acquisizione si adatta perfettamente alla nostra strategia di costruire un portafoglio di risorse di alta qualità e di guidare l’innovazione. Inoltre, è in linea con il nostro obiettivo di costruire un franchising oncologico con medicinali potenzialmente in grado di cambiare la pratica e formulare nuove combinazioni “, ha dichiarato Paul Hudson, amministratore delegato di Sanofi.

Verso le nuove terapie immuno-oncologiche

“La piattaforma di scoperta innovativa di Synthorx ha già prodotto una molecola che ha il potenziale per diventare una base per la prossima generazione di terapie combinate di immuno-oncologia. Espandendo selettivamente il numero di cellule T effettrici e cellule killer naturali nel corpo, il Thor-707 può essere combinato con i nostri attuali farmaci oncologici e la nostra pipeline emergente di agenti immuno-modulanti per il trattamento del cancro. Inoltre, la pipeline di linfochine ingegnerizzate di Synthorx ha grandi potenzialità  non solo nel campo dell’oncologia ma anche per affrontare molte malattie autoimmuni e infiammatorie. ” ha aggiunto John Reed, global head of research & development di Sanofi.

Il prodotto di Synthorx

Il principale prodotto immuno-oncologico di Synthorx, Thor-707, una variante dell’interleuchina-2 (IL-2), è in sviluppo clinico in più tipi di tumore solido come singolo agente e in combinazione con inibitori del checkpoint immunitario. Ha il potenziale per diventare il migliore terapeutico IL-2 della classe per il trattamento dei tumori solidi e dimostrare una migliore farmacologia, un dosaggio meno frequente e una superiorità terapeutica rispetto ad altri composti IL-2.

L’aggiunta di Thor-707 e altri programmi di citochine alla pipeline di Sanofi migliorerà la posizione del gruppo in oncologia e immuno-oncologia. È probabile che IL-2 diventerà la base delle future combinazioni IO-IO, oltre a offrire molteplici opportunità di combinazione con le risorse oncologiche cliniche e precliniche di Sanofi, inclusi PD-1, CD-38 e molecole che modulano le cellule T effettrici e cellule killer naturali.

Tag: acquisizioni / biotech / immunoncologia / investimenti / sanofi /

CONDIVIDI

AP-DATE
SCELTE DALLA REDAZIONE
plasma

La via italiana al plasma, sognando l’autosufficienza

Il ddl Concorrenza introduce nuove regole per la produzione dei farmaci e ribadisce il principio della donazione gratuita alla base del nostro sistema trasfusionale. Ma la raccolta va potenziata per limitare la dipendenza dal mercato estero. Dal numero 199 del magazine

RUBRICHE
FORMAZIONE