Antinfluenzale negli Usa, c’è un accordo tra Sanofi e Roche

Pubblicato il: 23 Luglio 2019|

C’è un nuovo accordo tra Sanofi e Roche. L’intesa riguarda un farmaco antinfluenzale distribuito negli Usa.

L’intesa

Nell’accordo rientra la distribuzione esclusiva da parte di Sanofi di un farmaco di Roche, l’antinfluenzale oseltamivir. La molecola è venduta negli Usa da Genentech, una controllata dal gigante renano. Con questa operazione di cui non sono noti i termini economici, la multinazionale francese ha adesso intenzione di sedere al tavolo con la Food and drug administration. Sanofi vorrebbe negoziare con l’ente regolatore la possibilità di vendere il medicinale senza ricetta medica, cosa al momento obbligatoria. Non sarà facile. Infatti Fda potrebbe richiedere ulteriori dati clinici e solo a seguito di nuovi dossier, prendere una decisione. Al momento gli Usa sono “il più grande mercato al mondo per i trattamenti senza prescrizione”, spiega Alan Main, direttore Consumer healthcare di Sanofi. Secondo i Centri di controllo e prevenzione delle malattie (Centers for disease control and prevention), oltre 31 milioni di persone si ammalano d’influenza ogni anno negli Usa. Nel 2017 in sette milioni sono stati trattati con oseltamivir.

Nuove strategie

Sanofi vorrebbe spostarsi sugli Otc senza prescrizione prendendo a esempio il caso Nuova Zelanda. Il Paese oceanico, infatti, nel 2012 è stato il primo ad approvare oseltamivir senza prescrizione. Anche Roche, dal canto suo, mira a nuovi business. Nello specifico vorrebbe puntare sull’associazione baloxavir-marboxil, un farmaco antivirale per il trattamento dell’influenza A e Bda approvato dalla Fda nell’ottobre 2018 e somministrato in dose singola per via orale. Infatti la società svizzera, a causa della genericazione di oseltamivir e il conseguente calo dei profitti, ha deciso di puntare su un altro medicinale nella stessa area terapeutica.

Tag: mercato farmaceutico / OTC / roche / sanofi /

CONDIVIDI

AP-DATE
SCELTE DALLA REDAZIONE
RUBRICHE
FORMAZIONE