Biotech, Olon annuncia un’espansione strategica per produrre proteine in modo sostenibile

Pubblicato il: 7 Settembre 2021|

OlonOlon, biotech italiana attiva nel campo della produzione di principi attivi farmaceutici (Api), ha annunciato l’ampliamento del proprio sito italiano di Settimo Torinese, asset della rete manifatturiera globale del Gruppo. L’ampliamento, si legge in una nota diffusa dalla società, rappresenta una tappa importante volta a favorire lo sviluppo della piattaforma biotecnologica, sia in termini di competenze che di capacità produttiva.

Il progetto

Olon realizzerà e gestirà la nuova area con tecnologie avanzate che, basandosi sulla profonda esperienza nella bioproduzione, produrranno proteine ​​seguendo processi innovativi e altamente sostenibili. La fermentazione microbica è una delle tecnologie più ecologiche e sostenibili.

Crescita nel settore Cdmo

L’espansione si inserisce nella strategia di crescita dei servizi Cdmo in diversi segmenti di mercato. “Stiamo investendo in modo significativo nella nostra capacità di fermentazione seguendo le tendenze del mercato che mostrano un aumento della domanda di composti microbici bioprodotti. Offrendo la nostra esperienza anche nei servizi Cdmo e nelle piattaforme biotecnologiche, siamo in grado di supportare aziende biotecnologiche innovative per accelerare lo sviluppo di nuovi prodotti, combinandolo con un approccio produttivo più sostenibile” spiega Paolo Tubertini, Ceo di Olon Group. “Siamo pienamente impegnati a comprendere e soddisfare le esigenze dei nostri clienti, poiché cerchiamo continuamente di fornire nuove capacità e servizi”.

L’impianto

Olon Biotechnology Centers rappresenta uno dei principali know-how di fermentazione microbica in Europa, che ha portato Olon a essere uno dei leader nel settore conto terzi a livello globale, grazie alle dimensioni e alla capacità produttiva complessiva dell’impianto (4.500 m3).

Tag: Api / biotech / Cdmo / olon /

CONDIVIDI

AP-DATE
SCELTE DALLA REDAZIONE
Dna

Così il sequenziamento del Dna migliorerà la medicina di precisione

La tecnologia ha permesso di decifrare anche gli ultimi “libri” del genoma umano. Un punto di partenza per perfezionare ulteriormente personalizzazione di diagnosi e cure come spiega Giuseppe Novelli, professore di Genetica Medica dell’Università di Roma “Tor Vergata”

RUBRICHE
FORMAZIONE