Duimex: un filo diretto tra ospedale e territorio

Pubblicato il: 24 Novembre 2022|

Rendere il trasporto di farmaci sempre più capillare ma allo stesso tempo sostenibile e veloce. È la sfida alla quale sono chiamate le aziende di logistica e trasporto nel settore pharma. Duimex è specialista nel trasporto a temperatura controllata clinical trials, campioni biologici e nei servizi speciali “same day” per il canale ospedaliero e laboratori di ricerca. Da 26 anni lavora per migliorare la qualità e l’efficienza della distribuzione in un settore che necessità di alti standard di affidabilità e controllo. In seguito alla pandemia e al ruolo primario che le aziende di trasporto hanno svolto per assicurare prodotti e servizi sanitari alla popolazione, le esigenze del mercato sono sempre più improntate sulla velocità del servizio e la personalizzazione. A ottobre 2021, Duimex è stata acquisita al 100% da PHSE, leader nella logistica biofarmaceutica, che ha così potenziato il portfolio di servizi ad alto valore aggiunto per supportare in Italia e nel mondo la ricerca farmaceutica, gli studi clinici e l’accesso dei pazienti ai farmaci innovativi.

Servizi per laboratori analisi e aziende pharma

“Sin dalla sua creazione nel 1996 – spiega Federico Bossi, uno dei fondatori di Duimex – la nostra idea è stata creare un servizio che potesse svilupparsi in forma dedicata”. Il trasporto di qualità a temperature controllate per soddisfare le esigenze di clienti del mondo sanitario era una nicchia poco presidiata. “Siamo partiti proprio con il servizio per i laboratori analisi e le aziende farmaceutiche, ­due canali paralleli ma strettamente collegati tra loro”, prosegue Bossi. Il fulcro dell’attività di Duimex è a Peschiera Borromeo, alle porte di Milano, dove c’è l’hub principale. Grazie a una flotta di mezzi a temperatura controllata di proprietà e a personale diretto, Duimex fornisce servizi altamente specialistici che vanno dal trasporto di prodotti farmaceutici, al delicato trasferimento di cellule staminali al paziente fino alla gestione di prodotti salva-vita.

Sviluppare competenze all’interno

Gaetano Bellinvia, responsabile operativo della società aggiunge: “Duimex non si avvale di cooperative e subvettori, ma ha investito nelle sue risorse e capabilities per assicurare a tutta la rete puntualità, affidabilità e qualità del servizio.  Si tratta di una scelta controcorrente che ci assicura grande flessibilità,  professionalità e soprattutto ci permette di accrescere sempre di più il nostro know how interno”. “Un approccio condiviso da tutto il gruppo PHSE che si avvale di circa 500 dipendenti e una flotta di proprietà composta da oltre 450  mezzi di nuova generazione.

Massima tempestività nel trasporto

Avere in-house tutte le competenze necessarie per soddisfare la domanda di mercato consente anche maggiore tempestività nella risposta. In questo modo Duimex è in grado di assicurare il servizio di trasporto dedicato ed urgente a temperatura controllata per la gestione delle emergenze, come il trasporto di un farmaco salva-vita, un reagente diagnostico, cellule staminali, API, prodotti biotecnologici, organi e sangue sia in Italia sia all’estero. Nel pieno della pandemia, infatti, il Gruppo è stato il partner selezionato dalla struttura commissariale per affrontare l’emergenza Covid-19 nella gestione della scorta strategica e l’eventuale ridistribuzione delle eccedenze tra hub, per garantire il regolare avanzamento della campagna vaccinale. Ancora oggi è in corso la stretta collaborazione con l’esercito.

Il trasporto di materiale biologico per analisi biochimiche e studi clinici

Tra i settori strategici del trasporto per il settore pharma c’è quello del materiale biologico, come sangue, prelievi istologici, cellule umane, veterinaria, che rappresenta uno degli asset del servizio di Duimex per laboratori di analisi, strutture ospedaliere pubbliche e private. In linea con i requisiti regolatori dell’industria farmaceutica legati alla garanzia di tracciabilità e rispetto delle temperature, Duimex dispone di una flotta di veicoli di proprietà attrezzati con gruppo frigorifero autonomo e sistemi di security con rilevazione satellitare Gps, in grado di raccogliere informazioni continue sulla posizione e la temperatura del mezzo. I dati relativi sono costantemente registrati da sonde, resi disponibili in tempo reale nella Control Tower che si avvale di una piattaforma di tracking che trasmette informazioni sull’ubicazione del veicolo, eventuali cambiamenti di rotta e temperatura interna.

La collaborazione con Humanitas Medical Care

Uno dei casi di successo degli ultimi anni è la collaborazione con Humanitas Medical Care, la rete di centri medici e punti prelievi di Humanitas, avviata nel 2018. “Una partnership consolidata, improntata a costruire insieme strade possibili per essere più vicini alle persone e supportare, attraverso una logistica fortemente dedicata e specializzata, la missione dei Medical Care Humanitas, ovvero la cura dei bisogni della persona, qualità, medicina di precisione, accoglienza, comodità e rapidità nel fornire un servizio attento e puntuale”, spiega Gaetano Bellinvia. Duimex rappresenta l’anello di congiunzione tra gli ospedali (Irccs Istituto clinico Humanitas di Rozzano e Humanitas Mater Domini di Castellanza) e la rete Medical Care, garantendo il trasporto in sicurezza del materiale biologico grazie ad attrezzature e metodologie all’avanguardia. Il servizio prevede navette dedicate sette giorni su sette per il trasferimento di campioni biologici UN3373 a temperatura controllata dai punti prelievi degli Humanitas Medical Care dislocati nell’area metropolitana di Milano e Monza verso il laboratorio dell’Irccs Istituto Clinico Humanitas di Rozzano. Lo stesso servizio viene svolto da Duimex per gli Humanitas Medical Care di Arese, Lainate, Busto Arsizio, Varese verso il laboratorio dell’ospedale Humanitas Mater Domini di Castellanza. Di recente apertura, il nuovo Medical Care ad Assago si appoggerà sempre a Duimex per la logistica dei campioni biologici dal punto prelievo verso il laboratorio Humanitas di Rozzano.

Trasferimento di farmaci antiblastici

Duimex si occupa anche del trasferimento di farmaci antiblastici per l’ospedale Humanitas San Pio X di Milano. La consegna delle terapie antitumorali viene gestita seguendo procedure che rispettano le condizioni di temperatura richieste (cold chain) e le condizioni di trasporto, accurato e a bassa vibrazione, in modo da evitare rotture che potrebbero danneggiare gli involucri. Il monitoraggio delle temperature è condotto mediante registratori e dataloggers, con invio immediato del report al farmacista ospedaliero. Inoltre, viene assicurato anche il trasporto a temperatura controllata dei vaccini anti Covid-19 e antinfluenzali destinati all’Istituto clinico Humanitas di Milano-Rozzano per garantire il regolare avanzamento delle campagne profilattiche.

Futuro più sostenibile

La pandemia ha messo in luce la rilevanza della logistica per il Paese e ha accelerato l’evoluzione del settore, sempre più attento ai temi di sostenibilità ambientale e sociale, digitalizzazione e servizi logistici avanzati. Crediamo nella “urban green logistics”, che concretamente significherà per il Gruppo PHSE in primis investire in software di route optimization per minimizzare i chilometri percorsi, adottare mezzi di nuova generazione e promuovere servizi tecnologicamente avanzati. In Brasile, BioTransportes, società specializzata nel trasporto biofarmaceutico entrata a far parte della famiglia PHSE lo scorso luglio, sta già portando avanti un progetto di drone delivery per il trasporto rapido di materiali per studi clinici, farmaci, vaccini, campioni biologici e midollo osseo. “Il servizio – conclude Gianluca Meneguzzi, Sales & BD director del Gruppo –  soprattutto nei casi d’urgenza, consentirà di ridurre drasticamente i tempi di consegna ‘last mile’ di farmaci nel vasto territorio brasiliano, contribuendo così a migliorare l’esperienza dei pazienti e, in alcuni casi, salvare persone in imminente pericolo di vita”.

Tag: duimex / federico bossi / gaetano bellinvia / gianluca meneguzzi / phse /

CONDIVIDI

AP-DATE
SCELTE DALLA REDAZIONE

Pazienti e scelte sanitarie: ancora non c’è la bussola

Prosegue la contesa su rappresentatività, diritti, competenze: lo scorso 19 ottobre il Tar Toscana ha bocciato un ricorso presentato da circa quindici associazioni contro la delibera 702 che include i pazienti esperti nei processi di acquisto dei dispositivi medici. E il recente atto di indirizzo ministeriale sembra appena un primo passo verso il coinvolgimento dei cittadini

Remedi4all: l’Europa scommette sul valore del repurposing

Il progetto Ue sul riposizionamento di farmaci già esistenti per altre indicazioni terapeutiche prevede il coinvolgimento di 24 istituti europei, coordinati da Eatris e un finanziamento di 23 milioni di euro attraverso il programma Horizon Europe

RUBRICHE
FORMAZIONE