Eli Lilly acquisisce Prevail Therapeutics per un miliardo di dollari

Csl behring
Pubblicato il: 15 Dicembre 2020|

La multinazionale americana Eli Lilly ha acquisito Prevail Therapeutics per un miliardo di dollari con la chiusura definitiva dell’operazione prevista per il primo trimestre 2021. In questo modo Eli Lilly punta al mercato delle terapie geniche.

L’accordo

L’intesa prevede un pagamento di 26,50 dollari ad azione con un ulteriore pagamento di 880 milioni alla chiusura. Incluso anche un diritto di valore contingente di quattromila dollari ad azione (160 milioni di dollari).

Le terapie geniche

La biotech di New York, nata nel 2017 dalla collaborazione tra Silverstein Foundation for Parkinson, GBA e OrbiMed, ha in cantiere alcuni prodotti di terapia genica per in ambito neurodegenerativo. In pipeline c’è una terapia pensata per il Parkinson con mutazioni GBA1 e malattia di Gaucher neuronopatica e un’altra per la demenza frontotemporale con mutazioni GRN. In preclinica, invece, stanno farmaci per pazienti con sinucleopatie specifiche, Alzheimer, sclerosi laterale amiotrofica e altri disturbi neurodegenerativi.

 

 

 

Tag: Eli Lilly / M&A / terapie geniche /

CONDIVIDI

AP-DATE
SCELTE DALLA REDAZIONE

Pazienti e scelte sanitarie: ancora non c’è la bussola

Prosegue la contesa su rappresentatività, diritti, competenze: lo scorso 19 ottobre il Tar Toscana ha bocciato un ricorso presentato da circa quindici associazioni contro la delibera 702 che include i pazienti esperti nei processi di acquisto dei dispositivi medici. E il recente atto di indirizzo ministeriale sembra appena un primo passo verso il coinvolgimento dei cittadini

Remedi4all: l’Europa scommette sul valore del repurposing

Il progetto Ue sul riposizionamento di farmaci già esistenti per altre indicazioni terapeutiche prevede il coinvolgimento di 24 istituti europei, coordinati da Eatris e un finanziamento di 23 milioni di euro attraverso il programma Horizon Europe

RUBRICHE
FORMAZIONE