Fidia Farmaceutici entra nel mercato italiano dei prodotti pediatrici

Pubblicato il: 2 Luglio 2015|

Ingresso ufficiale per Fidia Farmaceutici nel mercato italiano dei prodotti pediatrici. Grazie all’acquisizione del brand Halykoo sviluppato dalla svizzera APR Applied Pharma Research, l’azienda italiana specializzata nella ricerca e sviluppo e nella commercializzazione di prodotti a base di acido ialuronico e suoi derivati entra nell’area della salute dei bambini. “Il brand Halykoo entrerà nel portfolio Fidia tra i prodotti di punta nell’area del personal care che, ad oggi, conta numerose referenze, con particolare riguardo alla salute della pelle e delle mucose” ha dichiarato Giorgio Foresti, Ceo di Fidia Farmaceutici.
Disponibile anche in Italia dal prossimo autunno, la linea Halykoo offre prodotti Otc specifici per ogni età e stadio di crescita del bambino, sin dalla nascita.“In Italia, il mercato consumer in ambito salute, e specialmente quello pediatrico, ha subito una costante flessione negli ultimi anni” – commenta Foresti – Tuttavia, Halykoo rappresenta per noi una grande opportunità di competere con successo in un mercato interessante come quello dei prodotti per l’infanzia, dove ci aspettiamo di raggiungere una quota di mercato rappresentativa, nonostante la frammentazione e l’affollamento generati da centinaia di players in ambito farmaceutico”.
Azienda svizzera indipendente specializzata nello sviluppo di prodotti ad elevato contenuto scientifico e protetti da brevetto,  APR Applied Pharma Research opera da oltre 20 anni nel settore. “Creiamo e sviluppiamo prodotti ad alto contenuto scientifico ed elevato valore aggiunto – sottolinea Paolo Galfetti, Ceo e co-fondatore di APR – e li commercializziamo con successo in oltre 50 Paesi, inclusi Europa e Stati Uniti, attraverso accordi di licenza e di distribuzione stipulati con aziende leader nel settore pharma”.

Tag: Fidia / Giorgio Foresti / pediatria /

CONDIVIDI

AP-DATE
SCELTE DALLA REDAZIONE
Chirurgia robotica

Più applicazioni e mercato, ma i robot chirurgici sono ancora un lusso

Nonostante cresca il numero degli interventi eseguiti Italia, secondo gli esperti c’è un problema di “robot divide”, legato soprattutto al prezzo e alla manutenzione dei macchinari. La ricerca intanto fa passi da gigante. Mentre in mezzo al dominio dei grandi produttori, spunta un’eccellenza italiana

RUBRICHE
FORMAZIONE