Malattie autoimmuni, Gilead Sciences acquisirà l’inglese MiroBio per 405 milioni di dollari

Pubblicato il: 4 Agosto 2022|

Gilead Sciences acquisirà la società biotecnologica inglese MiroBio per circa 405 milioni di dollari in contanti. Lo ha annunciato Gilead comunicando che con questo accordo amplierà la sua pipeline con l’intero portfolio di MiroBio che è focalizzato sulla ricerca e sviluppo di terapie per il ripristino dell’equilibrio immunitario. Il prodotto di punta di MiroBio è MB272, un anticorpo sperimentale che agisce come agonista selettivo del recettore Btla, attenuatore dei linfociti T e B. Il candidato farmaco è entrato nella fase I dei test clinici, con la somministrazione al primo paziente all’inizio di questa settimana. MB272 prende di mira le cellule T, B e dendritiche per inibire o attenuare l’attivazione e sopprimere una risposta immunitaria infiammatoria.

La piattaforma MiroBio

La piattaforma I-ReSToRE di MiroBio (REceptor Selection and Targeting to Reinstate immune Equilibrium) ha il potenziale per essere utilizzata per sviluppare gli anticorpi agonisti best–in–class rivolti ai recettori immuno-inibitori, un nuovo approccio al trattamento delle malattie infiammatorie. La piattaforma I-ReSToRE supporta l’identificazione e lo sviluppo di terapie che utilizzano reti di segnalazione inibitoria con l’obiettivo di ripristinare l’omeostasi immunitaria per i pazienti.

Focus sugli anticorpi

“Il team di MiroBio – ha affermato Flavius ​​Martin, Executive vice president research di Gilead Sciences – ha guidato la ricerca fondamentale per gli anticorpi agonisti seguendo un rigoroso approccio scientifico. Riteniamo che l’esclusiva tecnologia della piattaforma di MiroBio abbia il potenziale per produrre gli anticorpi agonisti migliori della categoria che prendono di mira i recettori immuno-inibitori”.

L’accordo

Secondo i termini dell’accordo, Gilead acquisirà tutto il capitale azionario in circolazione di MiroBio per un totale di 405 milioni di dollari in contanti, soggetti agli adeguamenti consueti, pagabili al closing. La chiusura della transazione è soggetta alla scadenza o alla cessazione del periodo di attesa ai sensi dell’Hart-Scott-Rodino Antitrust Improvements Act e di altre condizioni abituali. “MiroBio ha una profonda conoscenza della segnalazione del recettore del checkpoint – ha commentato Eliot Charles, presidente di MiroBio – e un approccio proprietario per selezionare e generare anticorpi agonisti superiori. La combinazione di questo con lo sviluppo di farmaci di Gilead e l’esperienza nell’area terapeutica ci consentirà di esplorare completamente il potenziale degli anticorpi anti-agonisti del checkpoint per i pazienti con malattie autoimmuni”.

Tag: anticorpi monoclonali / gilead science / M&A / malattie autoimmuni / mirobio /

CONDIVIDI

AP-DATE
SCELTE DALLA REDAZIONE
Chirurgia robotica

Più applicazioni e mercato, ma i robot chirurgici sono ancora un lusso

Nonostante cresca il numero degli interventi eseguiti Italia, secondo gli esperti c’è un problema di “robot divide”, legato soprattutto al prezzo e alla manutenzione dei macchinari. La ricerca intanto fa passi da gigante. Mentre in mezzo al dominio dei grandi produttori, spunta un’eccellenza italiana

RUBRICHE
FORMAZIONE