Merck Serono torna in Germania e prosegue la sua ristrutturazione

Pubblicato il: 15 Ottobre 2013|

Merck Serono ha completato il trasferimento dalla sua sede centrale globale dalla Svizzera alla Germania, stabilendo la nuova casa madre a Darmstadt, originaria sede del gruppo Merck KGaA, che nei prossimi anni subirà una significativa espansione.

 

Il trasferimento, annunciato nell’aprile 2012, è parte di un ampio piano di ristrutturazione e riduzione dei costi che la Merck KGaA ha denominato “Fit for 2018”. Si tratta di un programma di sostegno che permetterà all’azienda di far fronte a una maggiore concorrenza in un mercato farmaceutico più impegnativo, puntando sui prodotti chiave: i farmaci per il trattamento della sclerosi multipla ed la terapia con Rebif (interferone beta-1a).

 

La chiusura del sito svizzero è stata indotta, peraltro, dalla perdita di oltre 500 posti di lavoro, malgrado gli intensi negoziati con i rappresentanti dei lavoratori. Secondo quanto riferisce l’azienda, circa 50 dipendenti sono stati trasferiti da Ginevra a Darmstadt. Il piano di ristrutturazione ha colpito, inoltre, le operazioni di produzioni in corso a Coinsins e che saranno trasferite a Aubonne entro il 2014, causando circa 80 esuberi.

 

Proseguirà il sostegno a Prexton Therapeutics, start-up biofarmaceutica focalizzata sullo sviluppo di terapie innovative e biomarcatori.

 

Il cambio di sede del gruppo segue a strettissimo giro i cambiamenti organizzativi e di management che hanno visto la nomina di Belén Garijo a nuovo CEO del gruppo a partire dallo scorso 1° ottobre e di Stefan Oschmann, CEO uscente, a responsabile del settore medicinali, con l’obiettivo di potenziare le performance della divisione.

 

Infine, il gruppo sarebbe in trattative con investitori esterni e starebbe valutando l’ipotesi di partnership di “risk sharing” con fondi di private equity per condividere il costo di alcuni studi clinici. Lo riporta il Financial Times, citando dichiarazioni di Oschmann, in qualità di membro della direzione generale.

 

Tag: Germania / Merck KGaA / Merck Serono / private equity / risk sharing / ristrutturazione / svizzera / trend di mercato /

CONDIVIDI

AP-DATE
SCELTE DALLA REDAZIONE
organi su chip medicina personalizzata

Organi su chip: la medicina personalizzata si può fare anche così

Una tecnologia che potrebbe far risparmiare fino a cinque anni di tempo e fino al 20% del costo totale di sviluppo di un farmaco (in miliardi di euro) più solide conoscenze su cui basare le delicate fasi iniziali della sperimentazione e al contempo essere strumento per una medicina sempre più personalizzata

RUBRICHE
FORMAZIONE