Dolore: Accordo tra Mundipharma – Purdue e la spagnola Laboratorios Esteve

Pubblicato il: 14 Gennaio 2015|

Mundipharma Laboratories GmbH e la sua consociata indipendente Purdue Pharmaceuticals LP hanno stretto un accordo globale di collaborazione con il gruppo spagnolo Laboratorios Esteve per la scoperta, lo sviluppo e la commercializzazione di prodotti di nuova generazione per la gestione del dolore. In base all’accordo, Mundipharma e Purdue potrebbero corrispondere a Esteve oltre un miliardo di dollari, qualora tutti gli obiettivi di sviluppo, iter regolatori e vendite venissero conseguiti nell’ambito dei diversi programmi.

"Questa collaborazione strategica fa leva sui punti di forza specifici delle singole aziende – ha dichiarato l’Amministratore Delegato di Mundipharma International Antony Mattessich – la nostra capacità di sviluppare con successo nuovi prodotti, dalla fase clinica alla loro commercializzazione, e l’impegno con cui Esteve si dedica alla ricerca di nuove molecole e soluzioni per il trattamento del dolore".

La nuova partnership, infatti, consentirà a Mundipharma e Purdue, che già vantano una notevole esperienza nel campo degli oppioidi e della gestione del dolore severo, di espandere la propria gamma di prodotti alle aree del dolore neuropatico, acuto e moderato. Esteve vanta infatti un'esperienza pluridecennale nell’area del dolore e, in particolare, nel campo dei recettori sigma-1 sul quale è in corso un progetto, parte della collaborazione, su l’E?52862, capostipite della nuova classe di farmaci in grado di interagire con il pathway del recettore sigma?1. Attualmente, sono in corso trial di fase 2 per valutare il potenziale di questo prodotto nel trattamento di diverse forme di dolore neuropatico.

Altro oggetto della partnership è anche l’accesso a MuMo-1, componente principale della piattaforma tecnologica multimodale (MuMo) di Esteve, attualmente in fase di sviluppo preclinico. Mundipharma e Purdue saranno titolari in misura prevalente dei relativi diritti commerciali, mentre l'azienda spagnola conserverà i diritti in determinati territori.

Un’altra componente chiave dell’accordo è l’E-58425, capostipite di una nuova classe di farmaci, rappresentata da un co-cristallo formato da due principi attivi, il tramadolo e il celecoxib. In uno studio di fase 2 sul dolore acuto postoperatorio, l’E-58425 si è dimostrata superiore, in termini di efficacia e sicurezza, sia rispetto al placebo sia alla terapia standard. L’accordo di collaborazione prevede che l’E-58425 venga commercializzata negli Stati Uniti da Esteve e nel resto del mondo da Mundipharma.

Si stima che il valore del mercato globale del dolore ammonti a 37 miliardi di dollari. Il mercato del dolore neuropatico negli Stati Uniti e nei 5 principali mercati europei ha un valore stimato di 5,3 miliardi di dollari, con un tasso di crescita annuo composto (Cagr) dell’8% negli ultimi cinque anni. 
 

 

 

Tag: Dolore / Mundipharma /

CONDIVIDI

AP-DATE
SCELTE DALLA REDAZIONE
Dna

Così il sequenziamento del Dna migliorerà la medicina di precisione

La tecnologia ha permesso di decifrare anche gli ultimi “libri” del genoma umano. Un punto di partenza per perfezionare ulteriormente personalizzazione di diagnosi e cure come spiega Giuseppe Novelli, professore di Genetica Medica dell’Università di Roma “Tor Vergata”

RUBRICHE
FORMAZIONE