Pharmanutra continua l’espansione in Asia: siglato un accordo con Wert Philippines

Pubblicato il: 10 Settembre 2019|

Pharmanutra continua a espandersi in Asia. Una nota dell’azienda italiana annuncia la sigla di un accordo con Wert Philippines per la commercializzazione dei prodotti della linea Sideral, a base di ferro sucrosomiale, nella Repubblica delle Filippine. L’annuncio segue il recente accordo concluso con la Hong Chi Biotech per il mercato taiwanese. Dall’inizio dell’anno sono 9 i nuovi partner esteri di Pharmanutra.

L’espansione di Pharmanutra

“Nel 2019 – ricorda Roberto Lacorte, ad e vicepresidente di PharmaNutra – abbiamo firmato 6 contratti per la distribuzione all’estero dei nostri prodotti a base di Ferro Sucrosomiale e altri 3 accordi riguardanti la linea Cetilar. Sono numeri che evidenziano in maniera netta la capacità commerciale dell’azienda di penetrare sui nuovi mercati e che rappresentano, per i nostri azionisti, una garanzia per il presente e il futuro dei loro investimenti. Tutto questo – sottolinea è il risultato di due fattori: l’efficacia dei nostri prodotti brevettati, garantita anche dai numerosi studi scientifici pubblicati nel corso degli anni, e la qualità professionale dei nostri gruppi di lavoro, aspetti che, messi insieme, fanno la differenza”.

Le Filippine in crescita

Le Filippine, ricorda la nota dell’azienda, sono oggi pienamente immerse nel boom asiatico. Il mercato farmaceutico filippino ha grande potenzialità: la Banca Mondiale stima per il Paese una crescita del 6,4% nel 2019 e del 6,5% nel 2020-2021, stimolata da investimenti pubblici ed aumento dei consumi, spinti soprattutto dalle importazioni. Nel 2018 l’Italia ha esportato verso le Filippine prodotti farmaceutici di base o preparati farmaceutici per 23,22 milioni di euro, in crescita del 26,9% rispetto ai 18,29 milioni dell’anno precedente.

 

 

Tag:

CONDIVIDI

AP-DATE
SCELTE DALLA REDAZIONE

Pazienti e scelte sanitarie: ancora non c’è la bussola

Prosegue la contesa su rappresentatività, diritti, competenze: lo scorso 19 ottobre il Tar Toscana ha bocciato un ricorso presentato da circa quindici associazioni contro la delibera 702 che include i pazienti esperti nei processi di acquisto dei dispositivi medici. E il recente atto di indirizzo ministeriale sembra appena un primo passo verso il coinvolgimento dei cittadini

Remedi4all: l’Europa scommette sul valore del repurposing

Il progetto Ue sul riposizionamento di farmaci già esistenti per altre indicazioni terapeutiche prevede il coinvolgimento di 24 istituti europei, coordinati da Eatris e un finanziamento di 23 milioni di euro attraverso il programma Horizon Europe

RUBRICHE
FORMAZIONE