Recordati, crollo in Borsa dopo la cessione al fondo Cvc

recordati
Pubblicato il: 2 Luglio 2018|

Crolla in Borsa per Recordati dopo la cessione al fondo Cvc. Tonfo del 14% a 29 euro ad azione. Brutto risveglio settimanale per l’azienda italiana che venerdì 29 ha confermato la vendita del 51,8% delle quote a Cvc per tre miliardi di euro. Proprio venerdì il titolo di Recordati valeva 34,05 euro.

Addio al controllo

Come sospettato fin dai primi mesi del 2018, la famiglia Recordati ha ceduto il controllo al fondo di private equity Cvc Capital Partners. Presto verrà lanciata un’Opa sull’intero gruppo. Il prezzo è fissato a 28 euro, anziché a 34 come inizialmente previsto. Il pagamento sarà razionato in due tranche. 2,3 miliardi al momento del closing e 750 milioni in strumenti finanziari di debito subordinati di lungo termine.

Aspettando l’antitrust

Se le due società hanno trovato l’accordo, c’è ancora da attendere l’autorizzazione da parte dell’autorità antitrust. Una volta che sarà ottenuto questo via libera, gli investitori potranno lanciare l’offerta pubblica (Opa). I familiari rimarranno azionisti di minoranza e Andrea Recordati rimarrà alla guida della società. Ad accompagnare la transizione i Recordati si sono affidati agli avvocati Pedersoli, Mariconda, Lombardi. Cvc ha chiesto il supporto di Gattai e Rothschild per gli aspetti legali e finanziari.

Tag: Recordati /

CONDIVIDI

AP-DATE
SCELTE DALLA REDAZIONE
Dna

Così il sequenziamento del Dna migliorerà la medicina di precisione

La tecnologia ha permesso di decifrare anche gli ultimi “libri” del genoma umano. Un punto di partenza per perfezionare ulteriormente personalizzazione di diagnosi e cure come spiega Giuseppe Novelli, professore di Genetica Medica dell’Università di Roma “Tor Vergata”

RUBRICHE
FORMAZIONE