Sanità europea: l’archiviazione dei dati è il fulcro della trasformazione digitale

Pubblicato il: 17 Novembre 2022|

L’archiviazione dei dati è al centro della trasformazione digitale. In ambito sanitario si possono individuare le giuste soluzioni partendo dalla conoscenza approfondita sia delle tendenze in atto, che sul lungo periodo. Quali sono i fattori chiave dell’evoluzione dei requisiti tecnologici nel settore sanitario? Eccoli in rapida successione:

Protezione e sicurezza dei dati

Gli attacchi informatici sono diventati fin troppo frequenti e, nonostante i notevoli investimenti in misure preventive, sono comunque inevitabili. Solo nel 2021, i danni globali da ransomware hanno raggiunto i 20 miliardi di dollari, 57 volte la cifra registrata nel 2015. Con questa cifra destinata a salire a 285 miliardi di dollari entro il 2031, è essenziale che le soluzioni di storage evolvano in modo tale da poter recuperare i dati completamente intatti nel più breve tempo possibile.
Un altro aspetto da tenere in considerazione è la conformità. Sebbene la possibilità di sfruttare i big data porti innegabilmente a diagnosi migliori, i dati devono essere anonimizzati in linea con le normative GDPR. Le autorità di regolamentazione dell’Ue hanno recentemente presentato piani per un nuovo quadro di governance dei dati sanitari, rendendo ancora più imperativo che le soluzioni di archiviazione siano in grado di soddisfare i requisiti di legge.

Green economy

La riduzione dei consumi e il risparmio energetico sono priorità fondamentali per il settore ICT e la sanità non fa eccezione. Il passaggio alla tecnologia SSD più avanzata può consentire un notevole risparmio energetico, fino al 70% rispetto agli HDD. Ciò offre anche un notevole margine di risparmio in termini di spazio, mentre l’uso di reti in fibra ottica può ridurre drasticamente il numero di dispositivi necessari per supportare le reti, favorendo ulteriori risparmi sia in termini di energia che di spazio.

Condivisione dei dati tra ospedali

Per poter servire efficacemente i pazienti, gli ospedali non possono più esistere in modo isolato. La digitalizzazione accelererà la convergenza dei dati e delle infrastrutture informatiche per supportare il flusso di informazioni, incoraggiare una collaborazione più efficace e promuovere ulteriormente l’innovazione. Le soluzioni di rete possono svolgere un ruolo cruciale nel collegare diversi ospedali e data center, consentendo una maggiore affidabilità dei servizi principali e una maggiore efficienza complessiva.

Applicazioni e dispositivi abilitati all’intelligenza avanzata

L’uso dell’intelligenza artificiale nelle applicazioni mediche è cresciuto in modo significativo e tale tecnologia aiuterà e supporterà i medici, consentendo loro di ottenere diagnosi più rapide e accurate, migliorando complessivamente la cura del paziente. In un momento in cui le risorse sono sempre più scarse, diventa sempre più urgente la necessità di garantire ai professionisti del settore medico la possibilità di dedicare il loro tempo a compiti che migliorino la cura dei pazienti. L’arrivo e la proliferazione di nuovi dispositivi IoMT rappresenta un importante passo avanti in questo senso. Tali dispositivi, essendo collegati al Wi-Fi, forniscono dati in tempo reale sui pazienti e sulla posizione del dispositivo, consentendo di risparmiare tempo per il monitoraggio dei pazienti e la ricerca di apparecchiature.

Telemedicina

Un esempio pratico di intelligenza artificiale in azione è l’utilizzo di avatar per fornire consigli e indicazioni ai pazienti. Se da un lato ciò consentirà ai professionisti del settore medico di avere più tempo da dedicare ai compiti più complessi, dall’altro aumenterà notevolmente i requisiti di archiviazione, dal momento che tali interazioni dovranno essere salvate. Anche la robustezza delle reti è fondamentale in questo scenario, poiché problemi come la latenza avrebbero un impatto negativo sull’esperienza del paziente.

Soluzioni di storage di nuova generazione, pronte per l’implementazione

Per garantire un sistema sanitario veramente armonizzato, i fornitori di servizi sanitari devono sviluppare e interconnettere i data center. I vantaggi di una maggiore interconnettività sono notevoli, ma richiedono un impegno a investire realmente nel processo di trasformazione digitale e una cooperazione diffusa tra molte organizzazioni diverse. Fortunatamente, la capacità tecnologica dal punto di vista dello storage è già sufficiente per soddisfare i futuri requisiti del settore sanitario, ed è qui che Huawei può aggiungere un valore reale attraverso la sua gamma di soluzioni di storage.
Progettato tenendo conto dei requisiti di digitalizzazione di settori come quello sanitario, lo Storage All-Flash OceanStor Dorado di Huawei sprigiona tutto il potenziale della memoria flash, offrendo velocità e prestazioni senza eguali e latenza ultrabassa. Grazie all’eccezionale stabilità e affidabilità, garantisce servizi senza interruzioni, mentre la sua funzionalità di O&M intelligente si basa su moduli e algoritmi di accelerazione avanzati, con collaborazione tra storage e cloud, riducendo il consumo energetico e i costi associati.

La serie OceanStor Pacific Distributed Storage supporta l’Erasure Coding (EC), consentendo un miglioramento di 2,75 volte nell’utilizzo dello spazio su disco, rispetto alla tradizionale modalità a tre copie. Il suo tasso di utilizzo è il più alto del settore (91,6%), riducendo notevolmente il consumo di hardware, spazio ed energia. Questa serie è in grado di scalare fino a 4.096 nodi per l’acquisto flessibile di risorse e l’implementazione su richiesta, garantendo la possibilità di soddisfare l’intera scala delle esigenze di archiviazione e offrendo al contempo un’eccezionale capacità di elaborazione dei dati e affidabilità operativa.
Ocean Protect di Huawei è una soluzione per l’intero ciclo di vita che fornisce servizi di Disaster Recovery (DR), backup e archiviazione per aiutare le aziende a far fronte al volume crescente di dati diversificati che guidano il mondo digitale. Grazie alle tecnologie più recenti e all’avanguardia, garantisce zero interruzioni di servizio, zero perdite di dati e conservazione delle informazioni a lungo termine.

L’era digitale nella sanità europea promette di apportare una serie di vantaggi, migliorando l’esperienza del paziente e consentendo un utilizzo più efficiente delle risorse per supportare le esigenze di un settore sanitario che sta per entrare in un nuovo paradigma. Le soluzioni tecnologiche di archiviazione, come quelle sopra menzionate, saranno fondamentali per realizzare tali benefici. Tuttavia, assicurarsi che siano prontamente disponibili all’occorrenza rappresenta un altro ostacolo da superare per il settore sanitario. Per supportare i clienti con la rapida implementazione di soluzioni di storage per accelerare la loro trasformazione digitale, Huawei si impegna a consegnare in due settimane la propria gamma di soluzioni di storage flash nell’ambito della promozione Fast Track. Ulteriori informazioni disponibili qui.

Tag: data storage / huawei / simone pretti /

CONDIVIDI

AP-DATE
SCELTE DALLA REDAZIONE

Pazienti e scelte sanitarie: ancora non c’è la bussola

Prosegue la contesa su rappresentatività, diritti, competenze: lo scorso 19 ottobre il Tar Toscana ha bocciato un ricorso presentato da circa quindici associazioni contro la delibera 702 che include i pazienti esperti nei processi di acquisto dei dispositivi medici. E il recente atto di indirizzo ministeriale sembra appena un primo passo verso il coinvolgimento dei cittadini

Remedi4all: l’Europa scommette sul valore del repurposing

Il progetto Ue sul riposizionamento di farmaci già esistenti per altre indicazioni terapeutiche prevede il coinvolgimento di 24 istituti europei, coordinati da Eatris e un finanziamento di 23 milioni di euro attraverso il programma Horizon Europe

RUBRICHE
FORMAZIONE