Sanofi, primo trimestre: battuta d’arresto fisiologica, attesa nuova crescita

Pubblicato il: 2 Maggio 2013|

I risultati economici di Sanofi, relativi al primo trimestre 2013, fanno registrare una momentanea battuta d’arresto: fisiologica, in base all’analisi del Chief Executive Officer, e pertanto destinata a trasformarsi in una nuova crescita nel secondo semestre di quest’anno.

Commentando la performance del Gruppo nel 1° trimestre 2013, il Ceo di Sanofi, Christopher A. Viehbacher, ha dichiarato: “Come previsto, la perdita dell’esclusiva su Plavix ®, Avapro ® ed Eloxatin ® nel corso del 2012 negli Stati Uniti ha avuto un impatto negativo sui risultati del primo trimestre. Ad ogni modo, le nostre piattaforme di crescita continuano a produrre risultati forti con l’area diabete, i vaccini e la nostra Genzyme: tutti settori che hanno ottenuto crescite a due cifre. Le primissime tendenze a seguito dei lanci di Aubagio ® e Auvi-Q ™ negli Stati Uniti sono incoraggianti; in UE, assicurate le approvazioni per Lyxumia ®, Zaltrap ® e Hexyon ™, e ricevuto parere positivo del CHMP dell’Ema per Aubagio ®. Inoltre, siamo in trepidante attesa dei risultati di Fase III, attesi entro quest’anno, su diversi progetti presenti nella nostra pipeline, tra cui la nuova formulazione di insulina con glargine e alirocumab. Il Gruppo prevede quindi di riprendere la crescita nel secondo semestre del 2013”.

 

 

Una overview  dei risultati di Q1:

 

Il primo trimestre 2013 ha visto:

 

·      i ricavi netti scendere a 8,059 miliardi di euro (-2,8% rispetto Q1 – 2012)

 

·      un calo dell’EPS (Earning per share) del 29% a 1,22 euro

 

·      l’utile lordo calare dell’8,5% a 5,621 miliardi di euro

 

·      i ricavi netti delle sette piattaforme di crescita di Sanofi aumentare dell’8,6% a 5,723 miliardi di euro

_________________________________________________________________________

 

 

 

 

Tag: Genzyme / primo trimestre / sanofi /

CONDIVIDI

AP-DATE
SCELTE DALLA REDAZIONE
RUBRICHE
FORMAZIONE