Takeda si unisce a Novartis e Msd in un finanziamento da 45 milioni di dollari per Koneksa Health

Pubblicato il: 7 Febbraio 2022|

Takeda Ventures si è unita a Novartis e Msd (la cui denominazione in Usa e Canada è Merck) nel sostenere Koneksa Health, una società di “biomarcatori digitali” come si definisce la stessa azienda statunitense. La biotech vanta una piattaforma progettata per raccogliere i dati dei pazienti da remoto e analizzare i dettagli in tempo reale. Utile negli studi clinici per il monitoraggio da remoto, soprattutto in tempo di pandemie.

Il finanziamento di Koneksa Health

Il finanziamento di series C da 45 milioni di dollari – guidata da AyurMaya – servirà per espandere ulteriormente la piattaforma di biomarcatori digitali di Koneksa. Sebbene il round di finanziamento possa essere piccolo per una biotech, è quasi tre volte i suoi 16 milioni di dollari di series B. La società ha ricevuto 9,6 milioni di dollari nella sua series A e ha dichiarato nell’annuncio della serie C di aver raccolto finora, circa 65 milioni di dollari di proventi lordi da parte di finanziamenti privati.

Il finanziamento sarà utilizzato anche per lo sviluppo di funzionalità self-service per le soluzioni di integrazione dei dati clinici di Koneksa.

La piattaforma di Koneksa

La piattaforma di biomarcatori digitali –a cui Koneksa ha iniziato a lavorare nel 2015 – è progettata per analizzare i dati degli studi clinici da dispositivi indossabili e sensori che misurano dettagli come i segni vitali, l’andatura e l’equilibrio, nonché il sonno e l’attività motoria. L’obiettivo finale è aiutare il reclutamento nei trial clinici, creare un’esperienza senza interruzioni per i pazienti e migliorare l’accesso alle sperimentazioni cliniche per gli sponsor e gli enti di ricerca.

Le collaborazioni con Big Pharma

Takeda aveva già collaborato con Koneksa nel 2016 per utilizzare alcuni suoi biosensori indossabili in studi clinici in fase iniziale. Mentre alla fine dell’anno scorso un’altra farmaceutica, Sanofi, aveva preso accordi con la biotech per utilizzare la sua piattaforma in alcuni degli studi di fase 3 per una terapia contro la sclerosi multipla e altri progetti.

I nuovi arrivi in Koneksa

La società statunitense ha anche colto l’occasione per annunciare l’arrivo di Karan Takhar, managing partner di AyurMaya e John Wagner, come primo chief medical officer. Wagner in precedenza aveva ricoperto posizioni dirigenziali presso Takeda e Merck e ha introdotto sul mercato il farmaco per il diabete di tipo 2 Januvia e la terapia del cancro Zolinza.

 

Tag: trial clinici /

CONDIVIDI

AP-DATE
SCELTE DALLA REDAZIONE
organi su chip medicina personalizzata

Organi su chip: la medicina personalizzata si può fare anche così

Una tecnologia che potrebbe far risparmiare fino a cinque anni di tempo e fino al 20% del costo totale di sviluppo di un farmaco (in miliardi di euro) più solide conoscenze su cui basare le delicate fasi iniziali della sperimentazione e al contempo essere strumento per una medicina sempre più personalizzata

RUBRICHE
FORMAZIONE