Farmacovigilanza: arriva la App targata Aifa e Fimmg

Presentata al 67° Congresso nazionale della Fimmg di Villasimius, creerà un network interattivo tra medici e Agenzia

Al via la prima App per iPhone e iPad dedicata ai Medici di Medicina Generale per la farmacovigilanza. Il nuovo strumento, nato dalla collaborazione tra Aifa (Agenzia Italiana del Farmaco) e Fimmg (Federazione Italiana dei Medici di Medicina Generale), è stato presentato in occasione del 67° Congresso nazionale della Fimmg, in corso a Villasimius (Ca). La App consente al singolo medico di segnalare le reazioni avverse ai farmaci e ai prodotti a base di piante officinali, oltre che i difetti di fabbricazione. Costantemente collegata al sito dell’Aifa, e con i contenuti aggiornati in tempo reale, l’applicazione permette anche l’accesso alle banche dati sui segnali di farmacovigilanza e alle liste di trasparenza e rimborsabilità. La App mette a disposizione anche utili funzionalità Cloud al servizio del medico, che interagendo con un database, potrà usufruire di informazioni aggiornate in tempo reale.

L’iniziativa ha l’obiettivo di facilitare la continuità informativa tra i medici di famiglia e la sincronizzazione e la condivisione delle banche dati di diversi studi professionali. Tutti le informazioni aggregate, inserite nella “nuvola” della Fimmg – hanno spiegato gli esperti – saranno crittografate e rese accessibili al singolo medico attraverso l’inserimento di credenziali forti, garantendo così la massima tutela della privacy.

Per il futuro sviluppo della App, è in programma l’implementazione di funzionalità utili a migliorare l’attività del medico: dai certificati online alle ricette elettroniche. L’insieme delle applicazioni compatibili con il database costituirà una sorta di “App store” di Fimmg a disposizione del medico.