Legge di stabilità: sulla Sanità tagli per 1 miliardo

La stretta riguarderà, ancora una volta, beni e servizi

Il Consiglio dei ministri ha varato ieri notte la legge di stabilità 2013, che contempla tagli ulteriori sulla Sanità. Fino al termine del Cdm era circolata la notizia di una stretta  da 1,5 miliardi, come riportato nella bozza del provvedimento, ma in conferenza stampa il ministro dell'Economia Vittorio Grilli ha puntualizzato che "i tagli relativi al capitolo Sanità ammontano a un miliardo di euro a regime".

Più chiaro, invece, quali saranno i capitoli di spesa dai quali limare questo miliardo di euro: ancora una volta la scelta dal Governo ricade sulle uscite per l'acquisto di beni e servizi. Anzitutto è innalzata al 10% la riduzione degli oneri per i vecchi appalti, in secondo luogo risulta abbassato il tetto di spesa per i dispositivi medici: scenderà al 4% nel 2013 (era al 4,9%) e al 3,9% dal 2014 (era al 4%).

Leggi il comunicato stampa del Governo