Sumai a Treviso, ultima tappa dei congressi della medicina convenzionata

Fimp, Fimmg e Sumai saranno tutte e tre presenti alla manifestazione del 27 ottobre

Si conclude a Treviso, con il congresso del Sumai (Sindacato Unico di Medicina Ambulatoriale Italiana, 15 – 19 ottobre, BHR Hotel), la stagione autunnale dei congressi della medicina convenzionata. Composta da FIMMG, FIMP e SUMAI, la “trinità” della convenzionata è ormai da alcuni anni il polso autentico dei sindacati della medicina generale, in quanto rappresentando un bacino di quasi sessantamila medici, è di gran lunga l’area più numerosamente importante della professione medica. Tema del congresso sarà “La crisi e la sanità. Quale sarà il futuro del servizio pubblico?”, un titolo che non mente sullo stato di preoccupazione che il mondo medico sta esprimendo verso il futuro del SSN.

Aperta a Genova con i pediatri della FIMP, guidati da Giuseppe Mele,  proseguita a Villasimius con Giacomo Milillo e la FIMMG, questa stagione di congressi di taglio prettamente professionale e politico, arriva con il sindacato guidato da Roberto Lala al suo momento finale in un senso di forte coesione tra le tre sigle, che ormai da alcuni anni stanno realizzando un corpo compatto, capace di dialogare con la base come soprattutto con il ministero, prima con Ferruccio Fazio e oggi con Renato Balduzzi.  Cercando di interpretare un ruolo costruttivo e non di rottura, i tre sindacati hanno comunque già confermato la loro presenza alla manifestazione professionale del 27 ottobre.