Obama vince e mette in salvo la sua riforma sanitaria

L'Obamacare è stata al centro della campagna elettorale. Ai repubblicani sconfitti non resta che puntare al voto sul budget e alla Corte Suprema

Barack Obama ha vinto il suo secondo mandato presidenziale e i sostenitori della sua riforma sanitaria, l'Affordable Care Act, la considerano ormai blindata. Per gli esperti di ogni orientamento politico, la messa in salvo dell’Obamacare (cui il tandem sfidante Romney-Ryan aveva giurato guerra sin dal primo comizio elettorale) rappresenta di fatto la prima conseguenza della rielezione di questa notte: “Queste sono le elezioni più importanti della storia per il ruolo del Governo nel settore dell’health care – ha commentato Michael Franc della Heritage Foundation, uno dei think tank conservatori più importanti d’America -. La vittoria di Obama dà al Governo federale un controllo senza precedenti su un sesto dell’economia. È un grande affare”.

La riforma è stata un tema molto discusso nel corso di tutta la campagna, fin dentro alle urne. Secondo gli exit poll diffusi dalla Cnn, in Florida il 49% degli elettori era convinto che la legge dovesse essere smantellata in parte o del tutto, la stessa opinione espressa, fra gli altri, dal 52% in Ohio, il 53% in Iowa, il 55% in Colorado, e il 49% in Illinois (stato d’origine del Presidente). A favore della riforma si erano invece espressi la maggioranza dei votanti di California, New Jersey e New York. Il candidato repubblicano sconfitto, Mitt Romney, aveva promesso di eliminare la legge e rimpiazzarla con un sistema che avrebbe ridotto il ruolo governativo nella sanità. Secondo i conservatori, la sopravvivenza dell’Obamacare causerà limitazioni della libertà di pazienti e medici e graverà pesantemente sul già grande debito pubblico americano.

Obama, dal canto suo, ha fatto della riforma sanitaria (e ancor più dell’averla portata a compimento, almeno a Washington) uno dei suoi principali motivi di vanto. “L'Obamacare rimarrà nella storia – ha raccontato in un’intervista di copertina all’ultimo numero di Rolling Stones –. Ne sarò molto orgoglioso. Com’è accaduto per l’assistenza pubblica per gli anziani e la pensione, Medicare e Social Security, con il passare del tempo, quando si vedrà in che cosa consiste, mentre viene definita e migliorata, la gente dirà:  ‘Questo è stato l'ultimo pezzo del nostro patto sociale fondamentale ’, in grado di assicurare agli americani una certa tutela di base, in modo da metterli a riparo dal peso finanziario di una malattia o di una sventura”. Ora i  repubblicani puntano a mettersi di traverso nell’attuazione della riforma, agendo sugli aspetti finanziari legati al bilancio (ai conservatori resta la maggioranza alla Camera) e a colpi di ricorsi legali che sperano di arrivare davanti alla Corte Suprema.