Una giornata di Teva Italia per chi ha bisogno di assistenza

L'azienda lancia la prima giornata in cui il tempo lavorativo sarà dedicato ad attività di volontariato

Avvicinare i propri dipendenti al mondo del volontariato, per rispecchiare l'intento dell'azienda di tenere sempre più al centro la persona, al di là della malattia. Nella prima Giornata di volontariato aziendale di Teva Italia, in programma per domani, giovedì 15 novembre, più di metà dei dipendenti dell'azienda farmaceutica, leader nel mercato degli equivalenti, non andranno in uffiico e dedicheranno il loro tempo ad attività di volontariato. Queste occupazioni alternative, che sono organizzate all'interno di diverse strutture quali CAF Onlus, Fondazione Don Gnocchi, AISM Milano e Arché Onlus, permetteranno ai dipendenti di scegliere, secondo la propria inclinazione, a quale forma di assistenza aderire per essere allo stesso tempo più utili e crescere sia a livello personale che aziendale.

 , permetteranno ai dipendenti di scegliere  Curiamo il presente per sostenere il futuro. Il nostro claim – dichiara Giorgio Foresti, AD di Teva Italia – rispecchia appieno il desiderio di contribuire alla salute e al benessere del singolo e della società: per Teva Corporate Social Responsibility (CSR) significa impegno verso chi soffre, non solo a causa di una malattia, ma anche sostegno alle attività di prevenzione, di sviluppo e di crescita. Siamo soddisfatti della grande adesione all’iniziativa da parte dei dipendenti, perché ciò dimostra sensibilità e desiderio di partecipazione corale ai progetti proposti e rivolti agli altri. Nel primo trimestre del 2013 coinvolgeremo infatti con un’analoga proposta anche i dipendenti che operano fuori sede”.