Menarini, stop agli esuberi. Per il momento

Dopo un incontro al Ministero dello Sviluppo economico, la farmaceutica fiorentina ha accettato di rimandare l’apertura formale delle procedure di mobilità

Menarini, i rappresentanti del ministero dello Sviluppo Economico (Mise), quelli della Regione Toscana, e le Organizzazioni sindacalisi si sono riuniti allo stesso tavolo, nella sede del Mise. Tema dell’incontro: i mille esuberi che il gruppo fiorentino si trova a dover gestire come diretta conseguenza del decreto “Spending review” del governo.
“L’azienda – ha detto Domenico Simone, Direttore Generale del Gruppo, al termine del vertice – ha accettato per la seconda volta e con enorme sforzo di responsabilità di posporre ancora l’apertura formale delle procedure di mobilità in modo da venire incontro alle richieste di Istituzioni e Sindacati”.

Lo sforzo di Menarini è stato riconosciuto anche dai sindacati, a questo proposito Massimo Guerranti, Segretario Generale della Femca-Cisl toscana, alla fine dell’incontro ha affermato che: “Almeno fino all’inizio del prossimo anno l’azienda ha accettato di congelare i mille esuberi annunciati. 
E giàquesto è un primo passo”.