Recordati si espande negli Usa con farmaci orfani

Il gruppo emiliano sigla un’intesa con Lundbeck per ampliare il suo portafoglio di medicinali per le malattie rare negli Stati Uniti

Recordati ha firmato un accordo con la farmaceutica danese Lundbeck per l’acquisizione di tutti i diritti riguardanti un portafoglio di prodotti per il trattamento di malattie rare e altre patologie. Il valore della transazione per i farmaci orfani, che saranno commercializzati principalmente negli Stati Uniti, è di 100 milioni di dollari e le vendite stimate per il  2013 sono di circa 40 milioni. Il principale prodotto è Panhematin (emina iniettabile) per il miglioramento degli attacchi ricorrenti di porfiria acuta intermittente. Altri  farmaci sono NeoProfen (ibuprofene lisina iniettabile) e Indocin I.V. (indometacina ini ettabile), indicati per la chiusura del dotto arterioso pervio in neonati prematuri,  e Cosmegen (dactinomicina iniettabile) utilizzato principalmente per il trattamento di tre carcinomi rari: il tumore di Wilms, la rabdomiosarcoma infantile e il coriocarcinoma. Sono compresi nell'accordo anche Chemet (succimer) per l'avvelenamento da piombo in pazienti pediatrici, Desoxyn (cloridrato di metanfetamina) per i disturbi dell’attenzione nei bambini sopra i 6 anni e per la terapia a breve termine dell’obesità esogena. Il portafoglio acquisito sarà commercializzato negli Usa da Recordati Rare Diseases, la filiale statunitense del gruppo di Correggio.