Abbott si divide in due

Annunciata oggi l'autonomia nel business di AbbVie, l'azienda che si occuperà di ricerca nel biofarmaceutico

 

L'attività di business relativa ai farmaci basati sulla ricerca d'ora in avanti sarà indipendente in ciascuna delle due società. Questa la sostanza dell'accordo che ha portato Abbott, una delle più grandi e diversificate aziende del settore della salute, e AbbVie a costituirsi come due diverse identità. Questo rappresenta un passaggio fondamentale per l'azienda leader, che festeggia il 125° anniversario della fondazione.

L'annuncio della separazione dell'attività di business, anticipato dalla stessa Abbott già nel mese di ottobre 2011 ma divulgato oggi, rende la neonata AbbVie una nuova società biofarmaceutica indipendente, che inizierà oggi le contrattazioni in modo indipendente presso la borsa di New York (New York Stock Exchange) con il simbolo "ABBV." AbbVie è una azienda basata sulla ricerca nel settore biofarmaceutico con un ampio portafoglio di specialità medicinali, ai primi posti nell’immunologia e nella virologia, e con una pipeline di terapie innovative. 
 
Abbott è una delle più grandi aziende del settore della salute, leader di mercato nel campo della diagnostica, dei dispositivi medici, della nutrizione e dei farmaci branded. "Auguriamo ai nostri colleghi di AbbVie un continuo successo ora che entrano a far parte di una nuova società indipendente che già si contraddistingue in modo significativo, in quanto focalizzata su terapie altamente specializzate e leader di mercato per il trattamento di alcune delle malattie più difficili da curare", ha affermato Miles D. White, presidente e Ceo di Abbott.
 

 
 
Fondata dal medico Dr. Wallace C. Abbott 125 anni fa a Chicago, Abbott, con un un fatturato pari a circa $22 miliardi, è presente in 150 paesi e conta circa 70.000 dipendenti in tutto il mondo. In Italia è presente dal 1949 e fornisce un’ampia gamma di prodotti nel campo della diagnostica, dei dispositivi medici, della nutrizione e dei farmaci branded. Abbott inizia il suo 125° anno di attività con circa 22 miliardi di dollari di ricavi, generati in 150 paesi e rimane una delle aziende più grandi ed affermate nel settore della salute a livello globale, che si caratterizza per una spiccata diversità in termini di tecnologie, settori di business, presenza geografica.