Farmaci essenziali, l’Oms avvia la revisione della lista

Il nuovo elenco sarà pronto nel secondo trimestre del 2013

E' appena iniziato il processo di revisione della lista dei 350 farmaci "essenziali" selezionati dall'Oms, l'Organizzazione mondiale della Sanità con sede a Ginevra. Il diciannovesimo meeting  del Comitato di esperti incaricato di redigere la 17/a edizione dell'elenco si concluderà il 12 aprile e darà l'avvio ai lavori che dovrebbero portare, nel terzo trimestre di quest'anno, a una nuova edizione della lista.

Nel 1977, l'Organizzazione Mondiale della Sanità (Oms) pubblica il primo report sui farmaci essenziali. Indicato con l'acronimo WHO TRS 615 (World Health Organization, Technical Report Series, No. 615), il report tecnico costituisce la prima lista di farmaci "essenziali" cioè definiti tali da "soddisfare le necessità di cura della maggioranza della popolazione e sempre disponibili in quantità sufficiente e sotto la forma farmaceutica appropriata".

La lista, redatta da una commissione di esperti indipendenti provenienti da tutti i Paesi del mondo, dal 1977 ad oggi è stata aggiornata ogni due anni. L'aggiornamento pubblicato nel marzo del 2007 ne costituisce la quindicesima versione ed è stato integrato nell'ottobre dello stesso anno con la pubblicazione della prima lista di farmaci essenziali a uso pediatrico. Il report tecnico, inizialmente costituito da un unico elenco di farmaci, dal 2003 è stato suddiviso in due liste: una lista "principale" che comprende farmaci che rispondono ai bisogni minimi per un sistema di cura di base, efficaci, costo-effettivi e impiegati per le malattie prioritarie, ed una lista "complementare", che elenca i farmaci essenziali "per malattie prioritarie, ma che necessitano di controlli medicodiagnostici specializzati".

I farmaci compresi nei due elenchi, secondo il giudizio della Commissione di esperti, devono rispettare alcuni parametri, quali l'efficacia rispetto alle specifiche patologie, la sicurezza, il costo e l'adeguatezza. Non esiste una lista unica di farmaci essenziali valida per tutti i Paesi, in quanto per ogni nazione ci sono priorità derivanti dalle diverse patologie presenti.

Per l'iscrizione di un farmaco nella lista, ogni proposta viene analizzata da due membri di una commissione di 12 esperti, e poi valutata da un gruppo più ampio. Ogni revisione è poi pubblicata sul sito dell'Oms e aperta ai commenti. Infine, il comitato ha cinque giorni per compilare la nuova lista, prima di sottoporla all'approvazione finale del direttore generale dell'Oms.