Accordo Merck e Pfizer su sviluppo di ertugliflozin per diabete tipo 2

Merck & Co e Pfizer svilupperanno a livello globale ertugliflozin, inibitore SGLT2, per diabete di tipo 2

Merck & Co. ha stretto con Pfizer  un accordo di collaborazione per lo sviluppo e la commercializzazione a livello globale – escluso il Giappone – di ertugliflozin, potenziale trattamento del diabete di tipo 2 scoperto da Pfizer.

La molecola sperimentale ertugliflozin, fa parte di una nuova classe di farmaci per il diabete da assumere per via orale, gli inibitori del co-trasportatore sodio/glucosio di tipo 2 (SGLT2) che abbassano la glicemia facilitando l'eliminazione del glucosio da parte dei reni.

Merck e Pfizer collaboreranno per lo sviluppo clinico – entro l’anno inizia la fase III –  e la commercializzazione di ertugliflozin e associazioni a dose fissa con metformina e sitagliptin. Merck continuerà a mantenere i diritti per il suo portafoglio di prodotti con sitagliptin.

Pfizer ha ricevuto un pagamento anticipato di 60 milioni di dollari e riceverà altri pagamenti addizionali al raggiungimento di obiettivi clinici, normativi e commerciali, fissati.

Merck e Pfizer condivideranno potenziali ricavi e costi su una base del 60/40 percento.

Con l’accordo, Pfizer completa lo sviluppo di una molecola “frutto della sua ricerca”, come afferma John Young, president and general manager of Pfizer Primary Care, mentre si amplia il già “strong portfolio”  di Merck nel diabete, come dichiara Nancy Thornberry, senior vice president and diabetes and endocrinology franchise head of Merck Research Laboratories.

L’annuncio arriva a una settimana dalla notizia dell’accordo tra Merck e Bristol-Myers Squibb  per l’impiego dell’associazione di daclatasvir e l'inibitore della proteasi MK-5172 come trattamento per l'infezione cronica da virus dell'epatite C, genotipo 1.