Assobiomedica: Rimondi rieletto presidente parla di priorità del Ssn

Il discorso del neo rieletto all’assemblea di Assobiomedica, l’Associazione di Confindustria che rappresenta le imprese produttrici di dispositivi medici

 “Sarà fondamentale continuare a batterci per la salvaguardia dell’eccellenza del Servizio sanitario nazionale. Una battaglia che dobbiamo condurre continuando ad affermare con forza, in tutte le sedi, l’esigenza che la Sanità sia considerata un settore d’investimento fondamentale per la crescita del Paese e non una spesa pubblica improduttiva da tagliare. È necessario che il Servizio sanitario pubblico affronti e risolva le disfunzioni che dilagano in troppe aeree del Paese attraverso riforme profonde, organizzative e gestionali che guardino alla qualità delle prestazioni come obiettivo prioritario”. Così Stefano Rimondi, rieletto oggi alla guida dell’Associazione di Confindustria, si è rivolto all’Assemblea privata di Assobiomedica, lanciando gli obiettivi prioritari che il comparto salute deve affrontare per la ripartenza del sistema Paese.

 “Sappiamo bene – ha dichiarato Rimondi – che esistono aeree di spreco e di inappropriatezza, che vanno contrastate, e abbiamo sempre mostrato la nostra disponibilità a mettere impegno e competenza al servizio di un reale programma di razionalizzazione e ottimizzazione del Servizio sanitario nazionale. Rientra in questa logica, la nostra opposizione a procedure d’acquisto basate su centralizzazioni, esasperate standardizzazioni, prevalenza assoluta del parametro prezzo, che portano a soffocare la concorrenza e a limitare l’accesso al mercato dell’innovazione tecnologica, mortificando gli investimenti in ricerca e sviluppo delle imprese e soprattutto la qualità dell’offerta clinica ai cittadini”.

 Il neo rieletto non ha mancato di confermare l’impegno di Assobiomedica sul tema dei ritardi nei pagamenti che “costringono le nostre imprese a ridurre notevolmente gli investimenti invece di valorizzare un comparto che potrebbe produrre occupazione giovanile e incidere come fattore di crescita per il Paese”.

 Obiettivo futuro? "Soluzioni sempre più innovative per rispondere sempre meglio al bisogno di salute dei cittadini”.