Vivus: Tony Zook nuovo Ceo (nella bufera)

Colpo di mano del più sedizioso degli azionisti di Vivus, First Manhattan, che rovescia il CdA e nomina il nuovo Ceo

Vivus ha accettato di cedere la maggioranza del board al più dissidente fra i suoi azionisti: First Manhattan Co..

Si conclude così una lunga lotta interna, con l’evento, simbolico e concretissimo al contempo, della nomina di un nuovo Ceo, naturalmente espresso dalla nuova maggioranza in CdA: prenderà la guida dell’azienda Tony Zook, già Senior Executive in AstraZeneca, che avrà anzitutto il compito di far dimenticare i problemi incontrati dal management di Vivus circa un anno fa, al momento del lancio della sua pillola contro l’obesità Qsymia.

 

Il nuovo board a 11 membri sarà composto dal Ceo, Tony Zook, e altri 6 manager nominati da First Manhattan, che detiene una quota del 9,9%. Gli altri quattro membri del CdA saranno nominati da Vivus.

Le polemiche sulla precedente gestione di Vivus sono sorte soprattutto dalle critiche di First Manhattan, che aveva esercitato pressioni per la sostituzione di tutto il board, accusando i componenti del vecchio CdA di non aver saputo capitalizzare i vantaggi della commercializzazione della prima nuova pillola, dopo oltre un decennio, contro l’obesità.

 

Secondo First Manhattan il team che guidava Vivus aveva scarsa esperienza nel lancio di nuovi farmaci e non aveva saputo sfruttare l’enorme motore della domanda di Qsymia, rappresentato dalla grande prevalenza dell’obesità negli Stati Uniti. Il farmaco, d’altro canto, ha subito trovato un'accoglienza alquanto tiepida da parte dei prescrittori americani, spaventati dai notevoli effetti collaterali del prodotto, che vanno dai rischi cardiaci  alla possibilità di bambini con schisi labio-palatine, nel caso di mamme che abbiano assunto il farmaco in gravidanza.

 

Ulteriore spallata alla fortuna di Qsymia – che contribuisce a rendere difficile il lavoro del neoeletto Ceo, Tony Zook – è arrivata dall’ingresso sul mercato di un altro farmaco contro l’obesità, il Belviq di Arena Pharmaceuticals.