Recordati acquista il 90% della tunisina Opalia

Deal da 37 milioni di euro, “per estendere copertura a centro Africa e stati del Golfo”

Recordati si rafforza nei mercati emergenti acquisendo il 90% di Opalia Pharma, società farmaceutica tunisina con sede ad Ariana, nella periferia di Tunisi. Valore del deal, circa 37 milioni di euro. Il closing della transazione, previsto entro i prossimi mesi, è subordinato all'autorizzazione delle autorità tunisine.

 

L'operazione, precisa una nota dell’azienda, sarà interamente finanziata con la liquidità disponibile.

 

Opalia Pharma è stata costituita nel 1988, occupa l'ottava posizione nel mercato farmaceutico tunisino ed è la terza società farmaceutica nazionale; ha 322 dipendenti e le vendite previste per il 2013 sono di circa 40 milioni di dinari tunisini (circa 18,5 milioni di euro). Opalia produce la maggior parte dei suoi medicinali in un moderno stabilimento certificato cGMP, specializzato nella produzione di forme liquide e semi-solide, e commercializza i farmaci con propri marchi. L’azienda ha in portfolio  prodotti leader nelle aree terapeutiche dermatologica, gastrointestinale e respiratoria.

 

“Recordati già opera con successo nei paesi nord-africani attraverso le sue attività di esportazione. Questa acquisizione – ha dichiarato Giovanni Recordati (nella foto), Presidente e Amministratore Delegato del Gruppo farmaceutico italiano – rappresenta una piattaforma strategica per stabilire una presenza diretta nella zona, con l'obiettivo di estendere la propria copertura anche nei paesi centro-africani e negli stati del Golfo”.