La Sanità del Trentino è un’eccellenza in Italia e in Europa

Due classifiche posizionano il Trentino ai primi posti per efficacia del sistema sanitario sia in Italia che in Europa

Due ricerche indipendenti che portano a una sola constatazione: la sanità del Trentino è al top, sia in Italia che in Europa.
 
A riconoscere il primato della regione alpina sono state sia la Commissione Europea, sia la Scuola Sant'Anna di Pisa, istituto universitario a ordinamento speciale, attivo nel campo delle Scienze Sperimentali. Il riconoscimento dell'eccellenza è arrivato quasi contemporaneamente, posizionando il Trentino in cima alle regioni italiane e tra le 262 regioni europee come qualità della sanità.
 
La Commissione Europea ha pubblicato la II edizione dell’”Indice di competitività regionale – 2013”, che valuta la competitività delle regioni europee in ambiti specifici, tra cui la sanità. La classifica è stata realizzata tenendo in considerazione diversi fattori, dal numero di posti letto in rapporto al numero di cittadini all'aspettativa di vita, dalla mortalità infantile fino alla mortalità per fattori clinici e/o accidentali. La sorpresa è che il Trentino si è posizionato all'undicesimo posto, primo fra le regioni italiane, seguendo alcune regioni inglesi e svedesi.
 
La graduatoria della Scuola Sant'Anna si basa invece sulle Regioni italiane che aderiscono al Network delle regioni del Laboratorio Management e Sanità per la valutazione delle performance del servizio sanitario – tra queste, oltre al Trentino, la Toscana, la Liguria, l'Umbria, le Marche, la Basilicata, il Veneto e la Provincia autonoma di Bolzano.
 
Il confronto mostra come il servizio sanitario trentino sia nettamente il migliore del Network: lo fanno rilevare gli indicatori del Programma nazionale esiti (PNE), gestito dall’Agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali (Agenas) per conto del Ministero della Salute. Tra questi indicatori, stili di vita, prevenzione,  speranza di vita, appropriatezza delle offerte dei servizi sanitari, nonchè l’esito clinico dell’assistenza sanitaria.  
 
Un doppio goal che l’Assessore provinciale alla salute e alle politiche sociali, Ugo Rossi, commenta soddisfatto: “Il fatto che l'Europa e l’Istituto Universitario Sant’Anna riconoscano autonomamente, attraverso l’impiego di parametri diversi, l’eccellenza della sanità trentina, rende decisamente più oggettive e vicine alla realtà queste classifiche. Sono da sottolineare i costanti miglioramenti negli anni su moltissimi parametri. Il sentiero è quello giusto, dobbiamo andare avanti con coraggio”.