Aifa, spesa farmaceutica 2012 a 25,5 mld: cresce la voce ospedali”, cala “territorio””

In aumento consumo di medicinali, incide positivamente la genericazione. Siviero (Centro Studi Aifa): “Serve più osmosi fra Ssn e servizio farmaceutico”

La spesa farmaceutica complessiva nel 2012 si attesta su un valore di 25,5 miliardi di euro, di cui il 76% rimborsato dal Servizio sanitario nazionale; la spesa ospedaliera cresce del 10%, mentre quella territoriale diminuisce del 5,6%.

 

Questi i dati emersi dalla relazione presentata ieri, 16 settembre, dal direttore del Centro Studi dell’Aifa, Paolo Siviero (nella foto), nel corso dell’audizione dinanzi alle Commissioni Affari Sociali e Bilancio della Camera.

 

“La spesa pro capite  degli italiani nel 2012 è stata di 430 euro complessivi” ha spiegato Siviero. “È in aumento il consumo di medicinali, che è stato nel 2012 di 985 dosi ogni mille abitanti, dunque cresciuto del 2,3% rispetto all’anno precedente. Nel complesso però si fa sentire positivamente, in termini di riduzioni di spesa, la genericazione di molti prodotti farmaceutici, come le statine. Il Fondo farmaceutico nazionale valeva il 16,4 del Fondo sanitario, e attualmente – intendo nel 2013 – vale il 14,85%: una riduzione considerevole”.

A margine dell’audizione, Siviero ha aggiunto: “È un momento di difficoltà per il mondo farmaceutico e auspichiamo maggior osmosi tra il servizio sanitario e quello farmaceutico. Molte risorse possono essere liberate dal corretto utilizzo dei farmaci e dall’arrivo delle nuove terapie”, ha concluso.