Home care 6. È meglio curarsi a domicilio per ottimizzare la gestione del quotidiano

Maggiore autonomia e consulenza specializzata al bisogno sono le richieste principali dei pazienti nei percorsi di cura in home care.

Assistenza sanitaria

Dal numero 113 di novembre di AboutPharma and Medical Devices

In Italia, oltre 25 milioni di persone sono affette da una malattia cronica, di cui 7,6 milioni in forma grave. Oggi gli Home Care Service Provider (Hcsp) coprono le necessità di beni e servizi solo di un numero limitato di questi pazienti, quelli più critici, che rappresentano la punta dell’iceberg della cronicità. Gli Hcsp forniscono a questi pazienti un’ampia gamma di servizi complessi, tecnologie, ausili e assistenza specializzata: dalla ventilazione meccanica all’ossigenoterapia, dal trattamento dei disturbi respiratori del sonno alla nutrizione artificiale fino alle cure domiciliari in generale.

Gestire la terapia presso il proprio domicilio, in piena autonomia e senza affrontare spostamenti, contribuisce a migliorare sensibilmente la qualità di vita di chi è affetto da patologie croniche o rare che richiedono trattamenti specifici. I servizi di home care consentono, infatti, di ottimizzare la gestione della vita quotidiana del paziente e della famiglia, migliorando la sua dimensione sociale, scolastica o lavorativa. Soprattutto nel caso di patologie croniche, che prevedono cure prolungate, i pazienti chiedono servizi di assistenza in grado di agevolarli nella gestione del quotidiano per vivere al meglio la propria condizione…

Continua a leggere sul numero 113 di novembre di AboutPharma and Medical Devices