Anche una firma di AboutPharma tra i vincitori del premio giornalistico Merck Serono

Maddalena Guiotto si è aggiudicata il premio con l’articolo “Lotta al cancro: parte l’era della bioinformatica' pubblicato su AboutPharma and Medical Devices

Nella foto, da sinistra: i componenti della giuria Luca Naponiello, Giovanni Rossi e Carmelo Iacono; il presidente e Ad di Merck Serono Antonio Messina; i giornalisti Maddalena Guiotto, Arnaldo D’Amico, Barbara Gallavotti

 

Anche AboutPharma è tra i vincitori del secondo Premio Giornalistico Merck Serono “Personalizzazione, sopravvivenza e qualità di vita: un futuro per i pazienti oncologici” proclamati oggi, 10 dicembre, a Roma.  

Nella categoria “Periodici”, la giornalista Maddalena Guiotto si è aggiudicata il riconoscimento per l’articolo “Lotta al cancro: parte l’era della bioinformatica" pubblicato nel numero di settembre 2013 di AboutPharma and Medical Devices (n° 111).  La giuria ha considerato il suo lavoro "completo ed equilibrato in tutte le sezioni, valido per completezza dei contenuti, prospettive e qualità divulgativa".

Sempre nella categoria "periodici" è stato premiato Arnaldo D’Amico delle pagine Salute del quotidiano La Repubblica.  Per i quotidiani e le testate on line ha ricevuto il riconoscimento Salvatore Sabatino del portale di Radio Vaticana. Infine Barbara Gallavotti della trasmissione televisiva di Rai Uno Super Quark è stato il vincitore della categoria “Radio e tv".

La giuria del premio è stata composta da: Mario Bernardini, presidente Associazione Stampa Medica Italiana (Asmi); Carmelo Iacono, presidente Fondazione AiomGiovanni Rossi, presidente Federazione Nazionale Stampa Italiana (Fnsi) e Luca Naponiello, communication manager Merck Serono S.p.A.

Il Premio è stato istituito da Merck Serono S.p.A.  con l’ obiettivo di promuovere una corretta informazione in ambito oncologico ed aumentare l’attenzione nei confronti di patologie tumorali che, pur coinvolgendo numerosi pazienti, raramente godono di spazi adeguati sui media.

Rispetto alla scorsa edizione, il premio ha registrato un aumento del numero di richieste di partecipazione: 84 i lavori presentati da un totale di 48 giornalisti.

“Di fronte ad un problema serio come una patologia tumorale – ha dichiarato Antonio Messina, presidente e amministratore delegato di Merck Serono S.p.A. – il desiderio e la necessità di essere informati diventano una vera e propria urgenza. Un’urgenza carica di timori, speranze ed aspettative, a cui anche i professionisti dell’informazione sono chiamati a rispondere, coniugando il dovuto rigore scientifico ad un linguaggio accessibile a tutti. Il nostro Premio Giornalistico riconosce il lavoro di quanti si impegnano in questo percorso, diffondendo una corretta informazione sull’innovazione terapeutica in ambito oncologico e portando all’attenzione dell’opinione pubblica un tema delicato e spesso di difficile divulgazione.”