Hiv: approvato in Europa dolutegravir, inibitore dell’integrasi di Viiv Healthcare

Tivicay (dolutegravir) è il 1° prodotto di Viiv ad essere autorizzato in Ue. Per gli analisti potrebbe diventare il trattamento di punta per l'Hiv entro il 2016

Via libera europeo a Tivicay (dolutegravir), inibitore dell'integrasi sviluppato da Viiv Healthcare che è stato approvato in combinazione con altri farmaci antiretrovirali per il trattamento degli adulti e degli adolescenti al di sopra di 12 anni affetti da infezione da Hiv.

 La Commissione europea ha concesso l'autorizzazione alla commercializzazione sulla base dei dati di efficacia e sicurezza di quattro trial clinici di fase III condotti su 2.553 pazienti, naive e già trattati, e di un quinto studio condotto su ragazzi di 12 anni o più. Il dosaggio approvato è di una compressa da 50 mg al giorno; per alcuni pazienti che presentano una resistenza ad inibitori dell'integrasi o quando Tivicay è co-somministrato con alcuni farmaci la dose raccomandata è di due compresse al giorno.

Già approvato da Fda ad agosto 2013, Tivicay è il primo prodotto di Viiv ad essere autorizzato in Europa. Potenziale blockbuster, secondo le previsioni della società di analisi Datamonitor, il farmaco potrebbe diventare il trattamento principale per l'Hiv entro il 2016 e raggiungere vendite annuali pari a circa 2,1 miliardi di dollari (stima in eccesso) entro il 2022.

Dolutegravir agisce come inibitori dell’integrasi (Ini) bloccando la replicazione del virus Hiv e impedendo l’integrazione del Dna virale all’interno delle cellule T umane (cellule T). Appartengono alla stessa categoria raltegravir di Msd elvitegravir di Gilead, disponibile nella combinazione quattro in uno (nome commerciale Stribild).

Viiv Healthcare è stata fondata nel 2009 come joint venture tra GlaxoSmithKline e Pfizer dedicata allo sviluppo di farmaci per il trattamento dell'Hiv; nel 2012 il 10% delle azioni di Viiv è stato acquisito dalla giapponese Shionogi (sviluppatore originario di dolutegravir), a seguito di un accordo che ha permesso a Viiv di acquisire i diritti su dolutegravir e altri inibitori dell'integrasi in fase precoce di sviluppo.

All'Hiv è dedicato il fous "AIDS: quando l’emergenza insegnain AboutPharma and Medical Devices n. 104