L’applicazione del d.lgs. 231 nelle imprese healthcare

 

 L’applicazione del d.lgs. 231 nelle imprese healthcare

Roma, 21 ottobre 2014

c/o Studio Legale Associato a Baker & Mckenzie
Viale di Villa Massimo 57

In collaborazione con

AGENDA DEI LAVORI
Introduzione

Il seminario, partendo dalle modifiche introdotte dalla legge anticorruzione, prende in esame i diversi profili di reato specifici per le imprese farmaceutiche e medical devices, che costituiscono una delle categorie a più alto rischio viste le frequenti e differenziate relazioni e occasioni di contatto con la p.a. (AIFA, Ministero della Salute, Regioni, Aziende Sanitarie e Ospedaliere, autorità di vigilanza, Medici, Università, Centri di Ricerca ecc.).

Sarà dedicato un focus all’estensione della responsabilità degli enti ad alcuni reati ambientali: le Direttive comunitarie hanno infatti imposto agli Stati membri dell’Unione di estendere alle persone giuridiche la responsabilità per i reati ambientali commessi a loro vantaggio. Per questa ragione sono state individuate come “sensibili” ai sensi del Decreto 231 alcuni reati ambientali già in vigore, oltre ai due nuovi reati in precedenza individuati: ne è così scaturito l’art. 25-undecies del Decreto 231, che ha determinato la necessità di revisione dei previgenti modelli organizzativi, nonché nuovi carichi di lavoro per gli Organismo di Vigilanza.

Attraverso un confronto con esperti saranno approfonditi i seguenti aspetti

– L’applicazione del d.lgs. 231 nelle imprese farmaceutiche e medical devices: nuovi risvolti alla luce della L.190/2012
– Altri ambiti di applicazione d.lgs. 231 di particolare rilevanza per il comparto Salute: reati transnazionali, violazioni della normativa sulla sicurezza sul lavoro, reati ambientali.
– Problematiche relative alle relazioni con operatori sanitari – congressi ed eventi, formazione ECM, Informazione Medico Scientifica, donazioni – e con le strutture sanitarie ed ospedaliere –
partecipazione ad appalti pubblici
– Best practices per la predisposizione di modelli di organizzazione, gestione e controllo d.lgs. 231 per la prevenzione dagli illeciti nelle aziende farmaceutiche.
– Recenti orientamenti della giurisprudenza in materia di modelli organizzativi di cui al d.lgs 231/2001.

AGENDA DEI LAVORI

9.00 – 9.30  Registrazione dei partecipanti e welcome coffee

9.30 – 10.30  L’applicazione del d.lgs. 231 nelle imprese farmaceutiche e medical devices
– L’applicazione del d.lgs 231/2001 alle imprese farmaceutiche e medical devices: esposizione al rischio di commissione di reati e peculiarità del settore
– Le aree tradizionali aree di rischio per le imprese farmaceutiche e medical devices: informazione scientifica, attività di market access, partecipazione a gare di appalto, consulenze con opinion leaders, interazioni con operatori sanitari, donazioni, borse di studio ed inviti a congressi e seminari
– Gli aggiornamenti susseguitisi nel tempo al d.lgs. 231/2001: normativa sulla sicurezza sul lavoro, reati ambientali, fino all’adozione della legge n. 190/2012
– Gli elementi chiave per la costruzione di un efficace Modello Organizzativo 231: analisi del rischio ed individuazione dei presidi volti a prevenire la commissione dei reati ex d.lgs 231/2001
– Gli ultimi orientamenti giurisprudenziali in materia di responsabilità degli enti ex d.lgs 231/2001
Roberto Cursano, Avvocato, Baker & McKenzie

10.30 – 11.30 Il Modello Organizzativo ex D.Lgs. 231/2001 nel sistema di compliance integrata. Rischi e processi sensibili delle aziende che operano con la PA alla luce della legge 190/2012 e del DPR 62/2013
– La definizione del modello e la sua attuazione
– La mappatura dei rischi e la gestione dei processi sensibili
– Il percorso di compliance integrata
– Rapporti con la Pubblica Amministrazione. Rischi e protocolli specifici
Ascensionato Raffaello Carnà, Professore di Analisi Economico Finanziaria di Bilancio, Università Bicocca di Milano

11.30 – 11.45 Coffee break

11.45 – 12.45 Un serio modello 231 è in grado di adempiere agli obblighi di compliance imposti dalla casa madre: principi del FCPA e del Bribery Act?
Aurelio Giovannelli, Membro degli steering committees europeo e mondiale del compliance PG, Baker & McKenzie

12.45 – 13.30 Dibattito

13.30 – 14.30 Lunch

14.30 – 16.00 Case Study di applicazione del modello 231 in aziende healthcare
Monica Cavaliere, Legal Counsel, BMS  
Stefano Giberti, Direttore Affari Legali, GE Healthcare 
Andrea D’Alessandro, MSD Group Compliance and Audit director, MSD
Maria Gloria Boni, Membro di Organismi di Vigilanza   

16.00 – 16.30 Dibattito

16.3017.00 Conclusioni

 

RELATORI

   

  

  


   Il seminario e? rivolto al Top Management, Area legale, AFC, Uffici congressi ed eventi, Area Marketing & Sales di aziende farmaceutiche e medical device e al Top Management, Area legale, AFC di aziende ospedaliere e case di cura private

         

MODULO ISCRIZIONE

Per maggiori informazioni
 tel: 06 69920913
email: formazione@aboutpharma.com