“Geni a Bordo”, al via il progetto che avvicina i giovani alle biotecnologie

Dall’8 al 23 ottobre due giornalisti gireranno l'Italia in camper e faranno tappa nelle scuole dove racconteranno la scienza

Avvicinare i giovani alle biotecnologie. Nasce con questo obiettivo il progetto “Geni a Bordo”. A realizzarlo Sergio Pistoi e Andrea Vico, autori e divulgatori scientifici, in collaborazione con Farmindustria.

Dall’8 al 23 ottobre i due giornalisti viaggeranno per l’Italia in camper, toccando 13 città, e faranno tappa nelle scuole dove, attraverso un format interattivo, racconteranno la scienza attraverso esperimenti live, filmati, news, dibattiti e testimonianze. Prospettive della genetica e futuro della ricerca biotecnologica saranno il tema del primo tour, che parte da Pontedera (Pisa).

  
“Geni a Bordo nasce per avvicinare i giovani alle biotecnologie e mostrare le loro potenzialità – spiega Eugenio Aringhieri, presidente del Gruppo Biotecnologie di Farmindustria – l’evento parte da una regione che rappresenta una delle punte di diamante dell’industria farmaceutica nel nostro Paese, con 6.000 addetti diretti e 4.000 nell’indotto, 19 stabilimenti di produzione, 8 centri di ricerca, 800 ricercatori e 220 milioni all’anno investiti in R&S, grandi imprese farmaceutiche a capitale italiano e a capitale estero che esportano in tutto il mondo e Pmi molto attive.
La toscana vanta una specializzazione nelle biotecnologie, con il più grande stabilimento produttivo in Italia, nei vaccini (con la presenza di un centro di eccellenza internazionale) e negli emoderivati. È la terza regione per numero di strutture biotecnologiche, con 8 stabilimenti di produzione e 6 di ricerca”.
 
“Il biotech è ormai sempre più presente nella vita quotidiana  e, in molti casi, rappresenta la speranza principale di terapie innovative per soluzioni a domande di salute – aggiunge Aringhieri – Per contribuire alla crescita di questa eccellenza italiana si deve anzitutto puntare sui giovani. Il nostro futuro e il futuro della ricerca”.
 
Nel mese di novembre è inoltre previsto un seminario interattivo sul web tenuto da Sergio Pistoi a cui gli istituti di tutta Italia potranno partecipare gratuitamente.